Array ( [0] => 26 [1] => 12 )

Primo piano

  • La Svizzera allunga i camion a zero emissioni

    La Svizzera allunga i camion a zero emissioni

    Dal 1° aprile, i veicoli industriali a zero emissioni beneficeranno in Svizzera di quasi due metri di lunghezza in più rispetto a quelli tradizionali, purché abbiano cabine aerodinamiche. Aumenteranno anche le masse per elettrici e gas.

Podcast K44

Cronaca

Normativa

Mare

  • Nasce armatore per container da 53 piedi

    Nasce armatore per container da 53 piedi

    Nasce Carrier53’ una nuova compagnia marittima per il trasporto transpacifico di container specializzata nel carico di unità da 53 piedi con sei navi portarinfuse adattate ai contenitori.

Autotrasporto

  • Waberer’s punta sugli autisti indiani

    Waberer’s punta sugli autisti indiani

    Il Ceo di Waberer’s annuncia l’arrivo primi autisti reclutati in India, che rappresentano “un passo importante nella vita del Gruppo”. Sono un vantaggio competitivo e forniscono una soluzione a lungo termine della carenza di conducenti.

    Guerra Ucraina | si ferma lo scartamento russo in Austria

    Il conflitto in corso in Ucraina porta con sé molte ricadute sulle relazioni internazionali, anche su aspetti all’apparenza distanti. Questo perché la guerra non si combatte solo sui campi di battaglia o con l’arma moderna dell’attacco informatico, ma fa leva anche sulla politica economica, come possono essere i progetti già delineati di nuove direttrici ferroviarie. L’ordine di ritirata in questo caso coinvolge un progetto che pareva ormai avviato e consolidato, almeno fino al 24 febbraio 2022, quello di realizzare un nuovo corridoio ferroviario attrezzato con lo scartamento largo di tipo russo (1520 mm) per arrivare senza rotture di carico attraverso l’Ucraina e la Slovacchia direttamente alle porte di Vienna e creare qui un grande terminal di smistamento delle merci provenienti dall’Asia.

    Questo progetto è sempre stato spinto fortemente e sponsorizzato dalle ferrovie russe. Ora la guerra ha rimesso tutto in discussione e anche gli scenari geopolitici sono rapidamente mutati in pochi giorni: ciò che prima appariva un’opportunità, ora assume addirittura il volto del colonialismo russo. All’indomani dello scoppio del conflitto, nell’aprile 2022 le ferrovie austriache Öbb si sono ritirate rinunciando alla propria quota detenuta in una società di scopo che avrebbe dovuto realizzare la nuova direttrice ferroviaria, ponendo così una seria ipoteca sul progetto.

    Il corridoio a scartamento ferroviario largo prevedeva un percorso lungo 450 chilometri che dal confine slovacco-ucraino a Košice nella Slovacchia orientale, attraverso Bratislava, avrebbe raggiunto Vienna, vista come porta d’ingresso nell’Europa centrale. Nella zona a est della capitale austriaca era prevista la costruzione di un grande hub di smistamento per le merci e il trasbordo dei carri dallo scartamento russo a quello standard europeo. Secondo gli studi preliminari, si ipotizzava di raggiungere un traffico di 24 milioni di tonnellate annue di merci entro il 2050.

    Già nel 2013, quattro consorzi internazionali avevano presentato una manifestazione di interesse a realizzare la nuova linea e nel 2019 i ministeri competenti di Russia, Slovacchia e Austria avevano sottoscritto un’intesa per avviare a breve l’intervento con un investimento ipotizzato superiore ai 6 miliardi di euro e circa otto anni di lavori. Ora con la guerra in corso, e soprattutto anche in seguito alla decisione austriaca, tutto lascia supporre che il progetto abbia ricevuto un colpo mortale.

    Ma questo non è tutto. Perché a essere messa in discussione non è solo la ferrovia Košice-Vienna, in quanto si delinea addirittura un’inversione di tendenza: non solo le ferrovie russe si vedranno preclusa la strada per estendere la propria rete ferroviaria verso l’Europa, ma chi ora adotta lo scartamento largo di tipo russo, vedi l’Ucraina, ha già manifestato l’idea di abbandonarlo progressivamente (con tempi e modi ancora da definire) per adottare quello standard europeo e quindi per integrarsi completamente con la rete ferroviaria continentale rispetto alle relazioni storiche con Mosca. Al di là di quelli che saranno gli esiti del conflitto in corso, sul fronte ferroviario, la Russia pare abbia già perso una delle sue battaglie.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Notizie Brevi

Aereo

IAA 2022 | Krone presenta automazione nei semirimorchi

TECNICA

IAA 2022 | Krone presenta automazione nei semirimorchi
L’elettrico Scania a batterie raggiunge le 64 ton

TECNICA

L’elettrico Scania a batterie raggiunge le 64 ton
Scania presenta in Italia i camion ibridi diesel-elettrici

TECNICA

Scania presenta in Italia i camion ibridi diesel-elettrici
La Smet sperimenterà camion a guida autonoma

TECNICA

La Smet sperimenterà camion a guida autonoma
IAA 2022 | Schmitz punta sull’isotermico tutto elettrico

TECNICA

IAA 2022 | Schmitz punta sull’isotermico tutto elettrico
previous arrow
next arrow
Ups potenzia logistica sanitaria acquisendo Bomi

LOGISTICA

Ups potenzia logistica sanitaria acquisendo Bomi
Amazon mette al lavoro i van elettrici di Rivian

LOGISTICA

Amazon mette al lavoro i van elettrici di Rivian
Maersk potenzia la project logistics acquisendo Martin Bencher

LOGISTICA

Maersk potenzia la project logistics acquisendo Martin Bencher
Nasce una rete d’imprese di trasporto e logistica

LOGISTICA

Nasce una rete d’imprese di trasporto e logistica
Tribunale Libertà revoca domiciliari a sindacalisti SiCobas e Usb

LOGISTICA

Tribunale Libertà revoca domiciliari a sindacalisti SiCobas e Usb
previous arrow
next arrow
Sviluppo delle batterie a stato solido per i veicoli elettrici

ENERGIE

Sviluppo delle batterie a stato solido per i veicoli elettrici
Eni acquisisce impianto per liquefare il gas per il Congo

ENERGIE

Eni acquisisce impianto per liquefare il gas per il Congo
Frode sui carburanti da 800mila euro in Puglia

ENERGIE

Frode sui carburanti da 800mila euro in Puglia
Nuovo aumento del prezzo del gas dopo taglio della Russia

ENERGIE

Nuovo aumento del prezzo del gas dopo taglio della Russia
Edison e Snam alleate sulla logistica del Gnl

ENERGIE

Edison e Snam alleate sulla logistica del Gnl
previous arrow
next arrow
Nuova piattaforma digitale per il trasporto combinato

SERVIZI

Nuova piattaforma digitale per il trasporto combinato
K44 video | una nuova proposta per il telepedaggio

SERVIZI

K44 video | una nuova proposta per il telepedaggio
K44 podcast | UE si prepara alle emergenze nel trasporto

SERVIZI

K44 podcast | UE si prepara alle emergenze nel trasporto
K44 video | servizi digitali AS24 per l’autotrasporto

SERVIZI

K44 video | servizi digitali AS24 per l’autotrasporto
K44 video | tracciamento intermodale di Sipli Fleet

SERVIZI

K44 video | tracciamento intermodale di Sipli Fleet
L’incaglio della Ever Given è un incubo assicurativo

SERVIZI

L’incaglio della Ever Given è un incubo assicurativo
Berlino finanzia il noleggio di camion a idrogeno

SERVIZI

Berlino finanzia il noleggio di camion a idrogeno
K44 podcast | l’evoluzione della Borsa carichi

SERVIZI

K44 podcast | l’evoluzione della Borsa carichi
GLS acquisisce piattaforma digitale per l’ultimo miglio

SERVIZI

GLS acquisisce piattaforma digitale per l’ultimo miglio
K44 podcast | Una piattaforma digitale per autotrasporto container

SERVIZI

K44 podcast | Una piattaforma digitale per autotrasporto container
previous arrow
next arrow