Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Sciopero ai caselli autostradali il 31 maggio 2015


La protesta giunge dopo la rottura della trattativa con Autostrade per l'Italia, dopo otto mesi da quando i sindacati hanno presentato la piattaforma per il secondo livello di contrattazione. "Dopo una lunga serie di incontri, tanto estenuanti quanto inconcludenti, il comportamento dilatorio e strumentale, al limite del provocatorio, della direzione aziendale ha determinato l'inevitabile rottura della trattativa", spiegano le cinque sigle. I lavoratori chiedono "un vero piano industriale con una prospettiva occupazionale certa; la copertura per tutti i dipendenti con un sistema di welfare in linea con i risultati di bilancio e la definizione di un premio di risultato".
Lo sciopero si svolgerà per un massimo di quattro ore per turno, con modalità che verranno stabilite a livello di unità produttiva e per quanto riguarda il restante personale verrà indetta una ulteriore giornata di sciopero.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare