Array ( [0] => 30 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Nuova frontiera della telematica sul furgone


È dalla presentazione della quarta generazione dello Sprinter, avvenuta nel 2018, che la Casa di Stoccarda più che offrire dati su pesi, misure, portate, consumi e ingombri punta tutto su quello che non si vede ma... si sente. Dato per scontato che il proprio leggero sia il paradigma del mezzo da lavoro per robustezza, affidabilità, economia di consumi e praticità d'uso, punta adesso a renderlo parlante e interattivo con chi sta alla guida. Più che moderno può apparire come alieno e soprattutto così intelligente da imparare dall'esperienza, tanto da memorizzare automaticamente percorsi stradali e le abitudini del proprietario. In definitiva, a bordo dei nuovi Sprinter si è sempre in due alla guida, grazie al sistema MBUX, che è la porta verso l'universo digitale, la rete globale con tutte le informazioni, anche predittive se riguardano la manutenzione, che offre uno smartphone di ultima generazione. E che possono arrivare fino alla salute di chi guida e agli stati d'animo, se collegato a un orologio Garmin, da indossare, che trasmette pulsazioni e battito cardiaco.
"In Italia nel 2018 abbiamo immatricolato più di diecimila Sprinter, con una quota di mercato del 5,5 percento, che con Vito e classe V sale al 10 percento", spiega dice Dario Albani, Managing Director Mercedes Vans. Se da adesso lo Sprinter sarà totalmente connesso e le quote di mercato saranno confermate anche nel 2019, il peso di una nuova generazione di veicoli commerciali sempre 'on line' inizierà a essere preponderante e a determinare una strada da cui non si torna indietro.
Grazie alle piattaforme digitali di Mercedes me, Mercedes PRO e Mercedes me Connect Business, il sistema MBUX permette di offrire servizi e funzioni sempre più integrate con le necessità degli utenti, offrendo una risposta personalizzata alle esigenze di infotainment e di gestione del lavoro. E MBUX è capace di capire domande complesse a cui dare risposte in velocità. Sui nuovi Sprinter l'MBUX offre l'ambito più vicino al lavoro quotidiano, grazie all'integrazione con la piattaforma digitale Mercedes PRO, che si svolge su sei tipologie di uso: Mercedes PRO connect, Mercedes PRO service, Mercedes PRO finance, Mercedes PRO solution e Mercedes PRO inspire mobility.
L'interazione con l'MBUX rende adesso più efficiente il gestire una flotta di veicoli commerciali da distribuzione (le consegne da parte di colossi come Amazon sono destinate a moltiplicarsi in tempi molto brevi in tutta Europa, ma soprattutto in Italia), l'organizzazione dei percorsi più economici e veloci, e gli interventi di manutenzione con ridotti tempi di fermo macchina. Inoltre, grazie al Mercedes PRO Store, è possibile acquistare direttamente online altri otto set di servizi proprio come si fa con una app scaricata sul cellulare. Anche se ormai il 'telefono' si confonde sempre più con il furgone stesso. Un poco come in un film del 2014, 'Her', con una Intelligenza Artificiale di cui ci si può innamorare; anche perché ha la voce di Scarlett Johansson.

Massimiliano Barberis

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.