Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Italia in prima linea nel Project Cargo di AsstrA

L’emergenza Covid-19 sta creando forti difficoltà al trasporto, a causa delle chiusure o restrizioni per numerose attività, costringendo i trasportatori a risolvere nuovi problemi. Un esempio viene da un settore molto specializzato, ma molto importante per l’industria italiana, che è il Project Cargo. La squadra italiana di AsstrA Industrial Project Logistics (AIPL) è riuscita o organizzare un trasporto impegnativo, mantenendo un dialogo costante con il cliente, anche nel pieno dell’emergenza. Si tratta del trasporto di due bobine per cavi da Barcellona a Napoli, aggiudicandosi la commessa in un contesto di agguerrita concorrenza.

Il servizio consiste nel trasporto delle bobine, che hanno il diametro di 4,5 metri, imbarcandole su navi ro-ro e noleggi part-cargo. Un progetto definito dalla stessa AsstrA “ben eseguito, senza complicazioni o incidenti”. Colin Bagwell, responsabile globale del Project Cargo presso AsstrA-Associated Traffic AG, dichiara che “AIPL Italia rappresenta il momento fondativo della divisione di Project Logistics che AsstrA sta costituendo per tutti i clienti che operano nei mercati occidentali. Il team si propone come motore di sviluppo strategico, con la prospettiva di offrire servizi integrati in collaborazione con i team AsstrA in altre località chiave, come gli Stati Uniti e il Regno Unito".

Bagwell spiega che AsstrA adotta alla gestione strategica del business logistico un approccio 4C: “La prima e più importante C è rivolta naturalmente ai clienti. La successiva riguarda i carriers, in particolare quelli operanti nell’Heavy Lift e nel Project Cargo. L'ultima C è per la nostra concorrenza, perché devi saper rispettare e comunicare in modo costruttivo con i nostri omologhi. C’è poi spazio per una quarta C in rappresentanza dei nostri colleghi, in quanto parte integrante di una storia di successo. Rivolgendosi a tutte e quatto le C, AsstrA è in grado di supportare i clienti nell’implementazione di qualsiasi esigenza di Project Logistics”.

Per il futuro, Bagwell vuole replicare il successo di AIPL Italia in altri importanti mercati per il Project Cargo: “I piani di AsstrA si dividono tra esecuzione immediata e pianificazione articolata nei prossimi mesi e anni. L’obiettivo sarà raggiunto con il reclutamento di professionisti a noi affini, che condividono i nostri scopi, obiettivi, visione e desideri. E per finire, la fidelizzazione dei nostri talenti sarà fondamentale per l’intera AIPL".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Nel giro di pochi giorni la Polizia ha scoperto due autisti di veicoli industriali, a Brescia e a Novara, che viaggiavano con patenti e documento d’identità falsi. Un fenomeno di cui non si conoscono ancora i contorni, ma per pochi euro si può acquistare un documento online.

Logistica

  • Arriveranno in Europa i camion a idrogeno  Hyzon

    Arriveranno in Europa i camion a idrogeno Hyzon

    Con un tweet diffuso l’11 luglio, l'imprenditore olandese Max Holthausen ha annunciato la nascita della filiale europea del costruttore statunitensi di veicoli industriali elettrici alimentati a idrogeno Hyzon Motors. Produrrà camion a celle combustibili con cabina Daf.

Mare

  • La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    Aumentano le adesioni al comitato Salviamo Genova e la Liguria, che riunisce le associazioni del trasporto merci che ruotano intorno allo scalo ligure e che il 22 luglio viaggeranno verso Roma per sollecitare soluzioni al caos viabilistico. Spediporto valuta danni per un miliardo di euro.