Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Italia in prima linea nel Project Cargo di AsstrA

L’emergenza Covid-19 sta creando forti difficoltà al trasporto, a causa delle chiusure o restrizioni per numerose attività, costringendo i trasportatori a risolvere nuovi problemi. Un esempio viene da un settore molto specializzato, ma molto importante per l’industria italiana, che è il Project Cargo. La squadra italiana di AsstrA Industrial Project Logistics (AIPL) è riuscita o organizzare un trasporto impegnativo, mantenendo un dialogo costante con il cliente, anche nel pieno dell’emergenza. Si tratta del trasporto di due bobine per cavi da Barcellona a Napoli, aggiudicandosi la commessa in un contesto di agguerrita concorrenza.

Il servizio consiste nel trasporto delle bobine, che hanno il diametro di 4,5 metri, imbarcandole su navi ro-ro e noleggi part-cargo. Un progetto definito dalla stessa AsstrA “ben eseguito, senza complicazioni o incidenti”. Colin Bagwell, responsabile globale del Project Cargo presso AsstrA-Associated Traffic AG, dichiara che “AIPL Italia rappresenta il momento fondativo della divisione di Project Logistics che AsstrA sta costituendo per tutti i clienti che operano nei mercati occidentali. Il team si propone come motore di sviluppo strategico, con la prospettiva di offrire servizi integrati in collaborazione con i team AsstrA in altre località chiave, come gli Stati Uniti e il Regno Unito".

Bagwell spiega che AsstrA adotta alla gestione strategica del business logistico un approccio 4C: “La prima e più importante C è rivolta naturalmente ai clienti. La successiva riguarda i carriers, in particolare quelli operanti nell’Heavy Lift e nel Project Cargo. L'ultima C è per la nostra concorrenza, perché devi saper rispettare e comunicare in modo costruttivo con i nostri omologhi. C’è poi spazio per una quarta C in rappresentanza dei nostri colleghi, in quanto parte integrante di una storia di successo. Rivolgendosi a tutte e quatto le C, AsstrA è in grado di supportare i clienti nell’implementazione di qualsiasi esigenza di Project Logistics”.

Per il futuro, Bagwell vuole replicare il successo di AIPL Italia in altri importanti mercati per il Project Cargo: “I piani di AsstrA si dividono tra esecuzione immediata e pianificazione articolata nei prossimi mesi e anni. L’obiettivo sarà raggiunto con il reclutamento di professionisti a noi affini, che condividono i nostri scopi, obiettivi, visione e desideri. E per finire, la fidelizzazione dei nostri talenti sarà fondamentale per l’intera AIPL".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

  • Austria inasprisce divieti notturni per autotrasporto

    Austria inasprisce divieti notturni per autotrasporto

    Il Governo dei Tirolo austriaco ha emanato un’ordinanza che esclude il veicoli industriali a gas naturale dall’esenzione del divieto di circolazione notturno, per il quale introduce l’eccezione per il traffico di origine e destinazione.

Logistica

Mare

  • Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    La connessione ferroviaria tra i porti di Genova e Savona e la Svizzera è stata la centro della terza edizione di “Un mare di Svizzera”. L’anno di svolta sarà il 2024 e PSA annuncia una filiale nella Confederazione Elvetica.