Primo piano

  • La svolta di Ceva in Italia

    La svolta di Ceva in Italia

    Dopo l'acquisizione da parte della compagnia francese Cma Cgm, la filiale italiana della multinazionale della logistica annuncia un piano di sviluppo triennale e un rinnovo dell'apparato dirigente.  

Podcast K44

Normativa

Sindacati preoccupati per terminal container Cagliari


Mentre si sta chiudendo la crisi del terminal container di Gioia Tauro con l'acquisizione dell'intera quota della società che lo gestisce da parte di Msc, potrebbe aprirsi quella di Cagliari, dove opera un altro terminal per il transhipment di container, il Cagliari International Container Terminal. Lo denuncia la Uiltrasporti Sardegna, partendo dalla notizia che la principale compagnia marittima che tocca lo scalo sardo, Hapag Lloyd, ha deciso di escluderlo dai suoi servizi MCA col Canada, MGX con il Golfo del Messico e Stati Uniti Orientali, MPS con gli Stati Uniti Occidentali e LEX con Mediterraneo Orientale ed Egitto. Il sindacato teme che "oltre 700 lavoratori tra diretti Cict/Contship, indiretto e indotto, saranno licenziati o dovranno fare ricorso agli ammortizzatori sociali".
Sul tema intervengono anche Filt Cgil e Fit Cisl, secondo cui la presidente di Contship Italia Cecilia Battistello, che controlla la società concessionaria del terminal, ha parlato con Cma Cm e Msc per portare le loro portacontainer a Cagliari, senza raggiungere un'intesa, e che nei prossimi giorni parlerà anche con Hapag Lloyd per farle mantenere le sue toccate in Sardegna. "Come sindacato dei trasporti denunciamo fortemente l'atteggiamento tenuto in tutti questi mesi da Contship Italia ma soprattutto stigmatizziamo il silenzio e l'indifferenza mostrata dai nostri politici che si sono letteralmente infischiati di pensare e ragionare al rilancio del Porto Canale", scrivono le due sigle in una nota. "Avevamo da tempo denunciato la crisi e chiedevamo con forza interventi mirati. La memoria ci ricorda che l'ultimo incontro fu nel dicembre 2017 promosso dal sindaco di Cagliari Massimo Zedda alla presenza di Regione, Camera di Commercio, Confindustria e Autorità Portuale e che non trovò riscontro e seguito se non i soliti proclami da campagna elettorale". Per affrontare questa situazione, i sindacati hanno inviato appelli al ministro dei Trasporti e hanno chiesto d'incontrare quello dell'Interno, Matteo Salvini, durante la sua visita a Cagliari prevista per il 2 aprile.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Mare

  • Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    Fusione Psa-Sech a Genova rinviata all’Avvocatura di Stato

    L'Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia il rinvio all’Avvocatura di Stato del dossier sulla fusione tra i terminal container di Psa Pra’ e Sech, dopo non avere ricevuto una risposta dal ministero dei Trasporti.