Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    Tribunale di Milano revoca commissariamento di Ceva Logistics

    La Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale di Milano ha accolto la richiesta di revocare in anticipo l’amministrazione giudiziaria della Divisione Contract Logistics di Ceva Logistics Italia, imposta nel maggio 2019 nell’ambito dell’inchiesta sul Consorzio Premium Net.

Podcast K44

Normativa

Inizia la cessione di Artoni Trasporti


Il disciplinare di gara prevede la "cessione del complesso aziendale di titolarità della Artoni Trasporti Spa in amministrazione straordinaria e/o di vendita degli immobili di proprietà della Artoni Group Spa in amministrazione straordinaria". Per quanto riguarda Artoni Trasporti, l'offerta vincolante potrà riguardare sia l'intero perimetro di vendita (l'intero complesso aziendale di Artoni Trasporti, costituito dalla totalità dei rami di azienda unitamente a tutti gli immobili funzionali anche se di proprietà di Artoni Group in cui l'attività di Artoni Trasporti viene esercitata) sia parte del complesso aziendale di Artoni Trasporti (eventualmente comprensivo degli immobili in cui l'attività di Artoni Trasporti viene esercitata, anche se di proprietà di Artoni Group), sia uno o più immobili di proprietà di Artoni Trasporti o di Artoni Group.
Questa formula permette di cedere in modo autonomo i quattordici rami d'azienda, con nove immobili, ora affittati alla Fercam fino al 30 settembre 2019, su cui la stessa Fercam ha inviato al commissario straordinario il 31 marzo 2018 una proposta di acquisto per 25,5 milioni. Tale proposta comprende beni mobili materiali e immateriali, 124 contratti di lavoro dipendente e nove immobili strumentali. In virtù dell'accordo, Fercam ha il diritto di prelazione per questi rami d'azienda.
Chi presenterà una domanda per l'acquisizione dovrà anche allegare un piano industriale e un piano finanziario. I candidati potranno accedere al data room dal 6 agosto al 22 settembre 2018. Le offerte vincolanti dovranno giungere entro le 18:00 del 28 settembre 2018, con apertura delle buste il 1° ottobre. Le risorse recuperate da questa cessione serviranno per pagare i creditori di Artoni Trasporti, tra cui molte imprese di autotrasporto che svolgevano trasporti per il Gruppo emiliano. Resta però aperta la questione dei cento lavoratori che non rientrano tra quelli "affittati" alla Fercam e per i quali è scaduta il 31 luglio la cassa integrazione straordinaria senza che finora sia giunta una proroga, che sarebbe possibile almeno sino al termine della procedura di vendita.
DISCIPLINARE GARA CESSIONE ARTONI TRASPORTI

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.