Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Fercam precisa termini acquisizione Artoni


Fercam conferma l'acquisizione, insieme con il fondo immobiliare Prelios, degli asset derivanti dal fallimento di Artoni Trasporti e Artoni Group, parte dei quali aveva già in affitto. L'acquisizione comprende ventisei immobili sull'intero territorio nazionale e 1500 unità di carico, formate soprattutto da casse mobili. L'accordo prevede anche l'assunzione di 140 dipendenti di Artoni, dei 190 rimasti ancora alle dipendenze della società, mentre la Procedura si farà carico di quelli che non passeranno a Fercam. Questi ultimi saranno inseriti in impianti che non disteranno più di 125 chilometri dalla loro attuale sede di lavoro. Fercam precisa che "non saranno riattivati altri siti Artoni oltre a quelli già affittati con il precedente affitto di ramo d'azienda e l'attività dei rimanenti siti Artoni saranno gestite dalle Filiali Fercam". Inoltre, il fondo Prelios rileverà gli impianti Artoni che non saranno usati da Fercam.
La società altoatesina aggiunge di aver chiesto ai sindacati un incontro per concordare le modalità d'inserimento delle persone in Fercam, garantendo tutti i diritti acquisiti: "Rimane importante la concordata flessibilità geografica per garantire la necessaria efficienza onde assicurare la competitività e conseguente sicurezza dei posti di lavoro anche in futuro", spiega l'amministratore delegato Baumgartner. "Sono sicuro che i sindacati agiranno con la necessaria responsabilità tenendo presenti anche le esigenze aziendali in considerazione delle difficoltà e turbolenze che caratterizzano il mercato del settore dei trasporti".
Per ora, nessuna fonte precisa l'ammontare della transazione, un elemento che interessa soprattutto i numerosi creditori di Artoni. Molti di loro sono imprese di autotrasporto, che hanno fatture arretrate di cui a oggi non si sa se potranno essere pagate integralmente dal commissario straordinario. Tra gli altri creditori ci sono i dipendenti e istituti bancari.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Due camionisti scoperti con documenti falsi

    Nel giro di pochi giorni la Polizia ha scoperto due autisti di veicoli industriali, a Brescia e a Novara, che viaggiavano con patenti e documento d’identità falsi. Un fenomeno di cui non si conoscono ancora i contorni, ma per pochi euro si può acquistare un documento online.

Logistica

  • Arriveranno in Europa i camion a idrogeno  Hyzon

    Arriveranno in Europa i camion a idrogeno Hyzon

    Con un tweet diffuso l’11 luglio, l'imprenditore olandese Max Holthausen ha annunciato la nascita della filiale europea del costruttore statunitensi di veicoli industriali elettrici alimentati a idrogeno Hyzon Motors. Produrrà camion a celle combustibili con cabina Daf.

Mare

  • La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    La filiera del trasporto genovese punterà su Roma

    Aumentano le adesioni al comitato Salviamo Genova e la Liguria, che riunisce le associazioni del trasporto merci che ruotano intorno allo scalo ligure e che il 22 luglio viaggeranno verso Roma per sollecitare soluzioni al caos viabilistico. Spediporto valuta danni per un miliardo di euro.