Primo piano

  • La svolta di Ceva in Italia

    La svolta di Ceva in Italia

    Dopo l'acquisizione da parte della compagnia francese Cma Cgm, la filiale italiana della multinazionale della logistica annuncia un piano di sviluppo triennale e un rinnovo dell'apparato dirigente.  

Podcast K44

Normativa

Incentivi per combinato lungo il Brennero


Il 16 dicembre 2019, la Commissione Europea ha annunciato l'approvazione dello stanziamento di 205,2 milioni di euro da parte del Governo austriaco per favorire il trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia. Si tratta dell'ampliamento di un programma già in vigore, che comprende anche l'asse del Brennero e la nuova cifra copre il biennio 2020-2022. La Commissione ha approvato questo aiuto di Stato perché "mira a rendere l'uso delle autostrade viaggianti (il trasporto di autocarri su vagoni ribassati in regioni montane) meno costoso e quindi più interessante per i trasportatori rispetto al trasporto su strada". Secondo la Commissione, questo stanziamento "l'aiuto assume la forma di una sovvenzione alle imprese ferroviarie, che si rifletterà nel prezzo che i caricatori pagano. L'emendamento tiene conto dei maggiori costi esterni causati dal trasporto su strada nelle regioni montane e consente pertanto di aumentare l'importo degli aiuti in tali zone".
Il 17 dicembre, Conftrasporto ha diffuso una nota su tale provvedimento. Dopo avere dichiarato che questa "è la strada giusta", il vice-presidente Paolo Uggè ha aggiunto che la Commissione ha dimenticato un dettaglio importante, legato a due fattori: l'incapacità della rete ferroviaria austriaca a sostenere un aumento di traffico e le misure di filtraggio imposte dal Tirolo austriaco ai veicoli industriali in transito. "Non ho mai visto far entrare in una bottiglia di un litro l'equivalente di quanto contenuto in una botte da cento litri", spiega Uggè. "Questa è la situazione della infrastrutture che consentono l'attraversamento dell'Austria. Il governo austriaco trovi, d'intesa con l'Italia e la Germania, una soluzione condivisa, e non cerchi di trovare scappatoie pensando di poter continuare con la politica degli ostacoli. Senza una valida intesa a difesa degli interessi nazionali il governo italiano attui rapidamente le dovute misure nel momento in cui accerterà l'impossibilità pratica di trasferire dalla gomma alla ferrovia l'enorme volume di merce che attraversa il territorio austriaco".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Ministero Trasporti convoca Tavolo su coronavirus in logistica

    Ministero Trasporti convoca Tavolo su coronavirus in logistica

    La ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato le confederazioni che rappresentano le diverse categorie del trasporto merci e della logistica per lunedì 2 marzo con lo scopo di discutere le difficoltà delle imprese di fronte all’epidemia.

Mare