Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Torino-Lione tutta messa in gara

    Hanno tempo fino al 16 settembre 2019 le imprese interessate a partecipare alla maxi-gara da oltre un miliardo di euro per i lavori lato Italia della nuova linea Torino-Lione. I relativi bandi che riguardano la tratta transfrontaliera che si sviluppa per 65 km sono stati pubblicati sulla Gazzetta Europea. La gara si compone di due lotti: il primo riguarda gli scavi veri e propri del tunnel di base del Moncenisio, il secondo la gestione delle terre di scavo. Il cuore dei lavori sono le due canne della galleria di base lunghe entrambe 9,5 km che da Chiomonte si dirigono da una parte verso Susa e dall'altra verso il confine con la Francia (a partire dall'attacco della discenderia di Villarodin-Bourget/Modane).
    Gli scavi saranno portati avanti sia attraverso l'uso di frese (TBM) sia in tradizionale. Questo lotto vale oltre 808 milioni di euro. La gestione delle terre da scavo con la riqualificazione ambientale dei luoghi interessati invece comporta lavori per un importo stimato in 216 milioni. Entrambe le opere possono anche essere assegnate a un unico gruppo di imprese. Si prevede che i lavori avranno una durata di nove anni (108 mesi).
    In base alla legislazione francese che sovrintende alle gare della tratta transfrontaliera della Torino-Lione è prevista la clausola di interruzione senza vincoli e oneri per l'ente aggiudicatore, in questo caso Telt, il promotore pubblico. Dal punto di vista formale, infatti, vengono definiti "avis de marchés". E offrono il fianco a un'equivoca interpretazione politica, fatta propria dai detrattori dell'opera.
    Sono invece in fase temporale più avanzata i bandi di gara lato Francia, in quanto gli avvisi pubblicati nel marzo 2019 hanno avuto come termine di presentazione per le imprese interessate il 28 maggio 2019. Suddivisi in tre lotti, i lavori valgono complessivamente oltre 2,3 miliardi di euro. Il primo parte dalla piattaforma di Villarodin-Bourget e prosegue verso Modane e il confine con l'Italia. Qui le due canne del tunnel di base misurano 21,9 km. Il cantiere comporta un investimento stimato in un miliardo di euro. Il secondo lotto, suddiviso in due parti, interessa le discenderie di La Praz e Saint-Martin-la-Porte dove saranno scavate gallerie per uno sviluppo di 23,1 km.
    Questa tratta ricomprende i 9 km di tunnel di base già in avanzata fase di realizzazione, formalmente come galleria esplorativa, ma di fatto scavata nell'asse e nel diametro adatti a ospitare uno dei due tracciati della futura linea ferroviaria ad alta capacità. Il valore di questo lotto è di 1,13 miliardi di euro. Il terzo bando riguarda l'attacco dai portali di Villard-Clément, vala a dire lo sbocco francese del tunnel di base. I lavori qui sono più contenuti e infatti valgono 180 milioni di euro.
    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Operazione antimafia nei trasporti e nel commercio di carburanti

LOGISTICA

Strage in magazzino FedEx d’Indianapolis

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo
previous arrow
next arrow
Slider