Primo piano

  • Pronti gli Incoterms 2020

    Pronti gli Incoterms 2020

    L'International Chamber of Commerce (ICC) ha preparato l'aggiornamento delle regole che da novant'anni agevolano gli scambi internazionali delle merci.

Podcast K44

Normativa

Cargo areo cala del 4% a gennaio 2020

La rilevazione di Clive Data Services sul traffico globale del trasporto aereo nelle prime quattro settimane del 2020 (dal 6 gennaio al 2 febbraio) mostra una riduzione del quattro percento rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, con un calo anche del fattore di carico di due punti percentuali, raggiungendo il valore del 65%. Secondo la società, questo dato riflette per gran parte la flessione normalmente causata dal Capodanno cinese, le cui festività sono prolungate per contrastare l'epidemia del coronavirus. "A valore nominale, il calo del 4% del trasporto aereo globale di merci nelle settimane tra il 6 gennaio e il 2 febbraio sembra essere una battuta d'arresto rispetto ai numeri di crescita registrati negli ultimi tre mesi del 2019", spiega l'amministratore delegato di Clive, Niall van de Wouw. "Ma guardando i dati in dettaglio, il quadro è più sfumato. Il Capodanno cinese è iniziato quest'anno il 25 gennaio, con una settimana di anticipo rispetto al 2019. Secondo le nostre stime, il fatto che questa festività sia celebrata in importanti Paesi di origine del trasporto aereo di merci come Cina, Hong Kong, Corea del Sud e Singapore, ha spinto il numero complessivo di crescita verso il basso di circa -3% per l'inizio dell'anno. Ciò implica che il mercato globale normalizzato ha visto un calo dell'1%.
Clive precisa che nell'ultima settimana di gennaio i volumi dalla Cina all'Europa sono diminuiti del 66% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, poi il fattore di carico dinamico dei voli in direzione ovest dalla Cina è sceso da quasi il 90% al 74%. "Il motivo per cui il load factor non è sceso ulteriormente è dovuto al taglio della capacità delle compagnie aeree del 44% rispetto alla stessa settimana dell'anno scorso. La maggior parte di questo calo di capacità è stata causata da una riduzione dei servizi di trasporto merci in previsione di una domanda più debole".
La società parla anche dell'epidemia, mantenendo una posizione prudente: "Mentre l'industria tradizionalmente prevede un calo della domanda durante il Capodanno cinese, la grande incognita ora è l'impatto del coronavirus all'inizio di un anno in cui prima c'era un leggero ottimismo per una modesta ripresa dei volumi di carico aereo. Abbiamo già visto le compagnie aeree sospendere i servizi passeggeri in risposta al virus. L'impatto del coronavirus sui volumi di carico fuori dalla Cina diventerà più chiaro nelle settimane a venire, quando le fabbriche riapriranno le fabbriche e le loro catene di approvvigionamento saranno rimesse in funzione. Quanto velocemente ciò accadrà - e quali effetti a catena avrà per l'industria del trasporto aereo globale di merci - sarà un forte indicatore per l'anno a venire".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

  • Stallo sui divieti di transito dei camion al Brennero

    Stallo sui divieti di transito dei camion al Brennero

    Durante l’incontro avvenuto con la Commissaria europea ai Trasporti Adina Valean, la ministra dei Trasporti Paola De Micheli ha espresso la contrarietà ai divieti e limiti imposti all’Austria al transito di veicoli industriali, ma per ora non appaiono provvedimenti concreti per evitarli. Gli austriaci non intendono retrocedere dalla loro politica.

Logistica

  • Deutsche Post sospende la spedizione di pacchi in Cina

    Deutsche Post sospende la spedizione di pacchi in Cina

    Il 14 febbraio 2020 il colosso tedesco Deutsche Post ha annunciato di sospendere a tempo indeterminato l’invio di pacchi in Cina (comprese Hong Kong e Macao) a causa dei problemi di distribuzione causati dall’epidemia di coronavirus.

Mare