Primo piano

  • La Liguria vuole raggiungere sei milioni di teu

    La Liguria vuole raggiungere sei milioni di teu

    L'autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale annuncia che ad agosto 2019 è ripresa la crescita dei traffici container dopo il crollo del ponte Morandi e l'obiettivo è raddoppiare i volumi entro il 2026, considerando anche Savona.  

Podcast K44

Normativa

Semaforo verde a guida autonoma su strade pubbliche


Parte anche in Italia la sperimentazione della guida autonoma su strade pubbliche e la data d'esordio è il 7 maggio 2019, quando la Direzione generale Motorizzazione del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha rilasciato la prima autorizzazione italiana. È il primo via libera ministeriale dopo il parere positivo espresso il 22 marzo scorso dall'Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road e dopo le verifiche preliminari da parte dei funzionari ministeriali della idoneità tecnica del veicolo autorizzato alla sperimentazione. L'automezzo è stato realizzato dalla società VisLab, che ha sede a Parma ed è controllata dalla statunitense Ambarella, che finora è l'unica ad avere presentato la domanda per questo tipo di sperimentazione. In una nota, il ministero spiega che "la sperimentazione riguarderà l'ambito urbano e l'ultimo miglio tipo D, E, F di precisi tratti stradali nelle città di Torino e Parma, nel rispetto di tutte le prescrizioni dettate dal gestore delle strade stesse e in presenza di un supervisore in grado di commutare tra operatività automatica e manuale del veicolo, in modo da garantire in ogni circostanza il rispetto massimo della sicurezza".
VisLab è una società nata nell'Università di Parma nel 2009 e che fin dall'inizio ha svolto ricerca sulla guida autonoma, costruendo diversi prototipi, anche di veicoli pesanti. Nel 2010 la sua autovettura automatica Deeva ha compiuto un viaggio fino a Pechino. Nel 2015 è stata acquisita per trenta milioni di dollari dalla multinazionale della Silicon Valley Ambarella e all'inizio del 2018 ha inaugurato una nuova sede al Tecnopolo di Parma.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    Il coronavirus è già costato almeno cinque miliardi di euro

    La portavoce della Commissione Europea dichiara di non avere ancora ricevuto la richiesta del Fondo di Solidarietà dall’Italia per l’emergenza coronavirus e chiede al Governo di agire immediatamente in tal senso e di creare un'unica regia per affrontare le conseguenze dell’epidemia per la logistica.

Mare