Primo piano

  • Le priorità degli spedizionieri in Europa

    Le priorità degli spedizionieri in Europa

    Clecat, l'associazione europea degli spedizionieri e degli operatori logistici, ha pubblicato un elenco di priorità alla Commissione Europea utili a migliorare la competitività del trasporto merci nei prossimi cinque anni.  

Podcast K44

Normativa

Ungheria punta a Trieste per la logistica


L'Ungheria vede nel porto di Trieste il suo principale sblocco al mare per l'import e l'export ed è disposta a investire una cifra che varia da 60 a 100 milioni di euro. Tale somma servirà per creare una piattaforma logistica su un'area già individuata di 320mila metri quadrati e il cui acquisto potrebbe essere concluso entro la fine di luglio 2019, e per potenziare la linea ferroviaria fino allo scalo giuliano. Lo ha dichiarato il ministro ungherese del Commercio ungherese, Péter Szijjártó, all'evento V4+ Logistics Forum di Mogyoród, secondo fonti giornalistiche magiare. Questo progetto rientra nel programma d'inserire l'Ungheria nella Belt and Road cinese, sia per il proprio commercio estero, sia come hub dell'Europa orientale. Inizialmente, il Governo ungherese aveva considerato anche il porto di Koper (Capodistria), poi escluso a favore di Trieste.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

  • Ministero Trasporti convoca Tavolo su coronavirus in logistica

    Ministero Trasporti convoca Tavolo su coronavirus in logistica

    La ministra dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato le confederazioni che rappresentano le diverse categorie del trasporto merci e della logistica per lunedì 2 marzo con lo scopo di discutere le difficoltà delle imprese di fronte all’epidemia.

Mare