Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

La Grimaldi Egnazia ferma per ore nel Tirreno


Il quotidiano La Repubblica di oggi riporta la cronaca del viaggio del traghetto ro-pax Grimaldi Euroferry Egnazia scritta da due suoi giornalisti imbarcati con la famiglia. Secondo il reportage ricavato in prima persona dai cronisti, l'Egnazia doveva salpare da Salerno alle 22.00 del 1° luglio per raggiungere Catania la mattina successiva, ma la partenza è avvenuta all'una e un quarto di notte. Secondo i due giornalisti, nella notte ci sarebbero stati "alcuni problemi", fino a quando la nave ha cominciato a procedere molto lentamente e intorno alle quattro del mattino c'è stato un blackout e il traghetto si è fermato, lasciando le cabine senza aria condizionata. Mezz'ora dopo la Egnazia ha ripreso la navigazione verso Catania ma alle cinque si è fermata, fino a quando è ripartita intorno alle nove del mattino e ora sta navigando verso il porto siciliano sotto la vigilanza delle centrali operative della Guardia Costiera, che dopo l'approdo svolgerà accertamenti per risalire alla cause che hanno determinato i guasti. La Euroferry Egnazia è una ro-pax costruita nel 1994 lunga 171 metri, che ha 23 cabina interne, 20 esterne e 33 esterne superiori, più 248 poltrone, che possono accogliere 548 passeggeri. Il garage ha una capacità di 2400 metri lineari e 450 posti per autovetture.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare