Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Cronaca

Normativa

Autotrasporto

  • K44 video | che succede alle proroghe per la pandemia?

    K44 video | che succede alle proroghe per la pandemia?

    Il 30 giugno è terminata l’emergenza istituita per la pandemia della Covid-19 e con essa tutte le proroghe, comprese quelle delle patenti e dei documenti per il trasporto. Ma qualcosa rimane da questo riflusso. Scopritelo in questo episodio del videocast K44 Risponde.

    Blocco Suez complica i rapporti tra armatori e spedizionieri

    Gli aumenti dei noli container e i ritardi delle navi hanno reso molto tesi i rapporti tra spedizionieri e compagnie marittime nel trasporto dei container. Un rapporto che sta ulteriormente peggiorando a causa del blocco di sei giorni del Canale di Suez provocato dall’incagliamento della portacontainer Ever Given, secondo l’associazione europea degli spedizionieri Ceclat. In una nota, scrive che “il blocco di Suez non fa che peggiorare l'attuale perturbazione della catena di approvvigionamento marittimo, aggiungendo da due a tre settimane al tempo di andata e ritorno per nave, tagliando di fatto la capacità di trasporto della flotta esistente dedicata al mercato Asia-Europa sostanzialmente da un giorno all'altro”.

    Ma il problema non riguarda solo i container in ingresso in Europa, anzi la tempesta può colpire soprattutto l’export. La Ceclat porta l’esempio di Msc, che in Belgio non permetterà più alle portacontainer d’imbarcare i container vuoti provenienti dall’entroterra. “I vettori marittimi cercano da tempo il modo di avvicinare direttamente i caricatori, ma ora sfruttano la penuria di container esacerbata dalla crisi di Suez per attirare più flussi”, denuncia l’associazione, aggiungendo che “fanno lo stesso attraverso i costi di controstallia e di detenzione che sono più alti a causa dei ritardi e dei tempi di attesa ai terminali. Con questo comportamento vediamo ancora una volta che le linee di navigazione integrate verticalmente approfittano della loro posizione dominante”.

    Gli spedizionieri europei ribadiscono la loro opposizione al costante aumento delle dimensioni delle portacontainer, espressa dal 2015 dall’International Transport Forum: “Non c'è dubbio che le navi più grandi creano problemi più grandi, in caso di incidenti, danni ambientali e impatti più ampi sulla catena di approvvigionamento”, afferma la Ceclat. L’associazione spiega che i benefici delle economie di scala spettano solo ai vettori marittimi, mentre gli altri operatori ne sostengono i costi. “In varie dichiarazioni sono state sollevate preoccupazioni circa la proliferazione delle Ulcv che mettono sotto pressione i collegamenti con l'entroterra creando picchi di capacità ai terminali e restrizioni al trasporto interno”.

    Gli spedizionieri contestano la scarsa qualità del servizio: “L'affidabilità globale degli orari è scesa sotto il 35% nel gennaio 2021. Con solo tre alleanze, in cui i vettori condividono le loro mega-navi, e praticamente nessuna concorrenza da parte di operatori indipendenti, rimane la domanda se ci sia spazio per un miglioramento in futuro”.

    Le compagnie scaricano le responsibilità di questa situazione all’emergenza Covid-19, ma Ceclat afferma che “una delle ragioni dell'attuale congestione dei terminali portuali e della mancanza di capacità dei container è che i vettori negli ultimi mesi sono stati estremamente selettivi nella scelta della capacità, trasportando i container verso l'Asia vuoti per ottenere migliori tariffe per i carichi d'importazione, il che ha portato a disfunzioni e ha impedito agli esportatori europei di rifornire i traffici. Come risultato, ci sono irregolarità nell'arrivo delle navi, che sta creando problemi operativi e ritardi nella connettività dell'entroterra e costi aggiuntivi”.

    Proprio le grandi portacontainer sono la causa principale della scarsa affidabilità sugli orari, aggiungono gli spedizionieri, a causa del loro impatto sulle infrastrutture a terra: “È chiaro che qualsiasi miglioramento di questa infrastruttura deve essere pagato con denaro pubblico. Da alcuni anni abbiamo visto l'effetto domino delle navi più piccole a cascata su altri traffici e gli Ulcv che creano picchi più alti sui traffici est-ovest e la congestione dentro e attorno ai terminal causata dalle finestre strette per la consegna con infrastrutture sovraccariche”. Quindi, la pandemia è stata solo il fattore scatenante.

    Ceclat è consapevole che le grandi portacontainer già operative non si possono ritirare, ma chiede ai politici, ai vettori e agli operatori interessati di considerare gli attuali problemi negli ordini per la prossima generazione di navi. “Il blocco del canale di Suez potrebbe segnare un punto di svolta e far riflettere i responsabili politici in Europa sui rischi delle mega-navi gestite da vettori integrati”, conclude l’associazione.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Notizie Brevi

Aereo

  • Msc e Lufthansa puntano all’80% di Ita

    Msc e Lufthansa puntano all’80% di Ita

    Msc e Lufthansa hanno presentato l'offerta per rilevare l'80% d'Ita Airways, in competizione col fondo Certares, che ha Air France e Delta come alleati commerciali.

Ferrovia

IAA 2022 | Quantron esordisce con due camion elettrici

TECNICA

IAA 2022 | Quantron esordisce con due camion elettrici
Nuovi transpallet Linde da 1,4 a 2 tonnellate

TECNICA

Nuovi transpallet Linde da 1,4 a 2 tonnellate
Renault rinnova i furgoni elettrici Kangoo e Master

TECNICA

Renault rinnova i furgoni elettrici Kangoo e Master
IAA 2022 | semirimorchio Schmitz per la distribuzione urbana

TECNICA

IAA 2022 | semirimorchio Schmitz per la distribuzione urbana
IAA 2022 | Mercedes presenterà l’eActros per lungo raggio

TECNICA

IAA 2022 | Mercedes presenterà l’eActros per lungo raggio
previous arrow
next arrow
Confetra elegge Carlo De Ruvo presidente

LOGISTICA

Confetra elegge Carlo De Ruvo presidente
Il Gruppo Spinelli acquista 150 trattori stradali

LOGISTICA

Il Gruppo Spinelli acquista 150 trattori stradali
Parte un altro Piano dei Trasporti e Logistica

LOGISTICA

Parte un altro Piano dei Trasporti e Logistica
Raben Sittam potenzia il groupage internazionale

LOGISTICA

Raben Sittam potenzia il groupage internazionale
Amazon rallenta sui nuovi magazzini in Usa

LOGISTICA

Amazon rallenta sui nuovi magazzini in Usa
previous arrow
next arrow
Gas per autotrazione stretto tra aumenti e chiusure

ENERGIE

Gas per autotrazione stretto tra aumenti e chiusure
La Finanza scopre contrabbando di gasolio dal Baltico

ENERGIE

La Finanza scopre contrabbando di gasolio dal Baltico
Governo stanzia 200 milioni per il Gnl

ENERGIE

Governo stanzia 200 milioni per il Gnl
Laghezza entra nelle energie rinnovabili

ENERGIE

Laghezza entra nelle energie rinnovabili
Nuove centrali idroelettriche ad acqua fluente

ENERGIE

Nuove centrali idroelettriche ad acqua fluente
previous arrow
next arrow
K44 podcast | UE si prepara alle emergenze nel trasporto

SERVIZI

K44 podcast | UE si prepara alle emergenze nel trasporto
K44 video | servizi digitali AS24 per l’autotrasporto

SERVIZI

K44 video | servizi digitali AS24 per l’autotrasporto
K44 video | tracciamento intermodale di Sipli Fleet

SERVIZI

K44 video | tracciamento intermodale di Sipli Fleet
L’incaglio della Ever Given è un incubo assicurativo

SERVIZI

L’incaglio della Ever Given è un incubo assicurativo
Berlino finanzia il noleggio di camion a idrogeno

SERVIZI

Berlino finanzia il noleggio di camion a idrogeno
K44 podcast | l’evoluzione della Borsa carichi

SERVIZI

K44 podcast | l’evoluzione della Borsa carichi
GLS acquisisce piattaforma digitale per l’ultimo miglio

SERVIZI

GLS acquisisce piattaforma digitale per l’ultimo miglio
K44 podcast | Una piattaforma digitale per autotrasporto container

SERVIZI

K44 podcast | Una piattaforma digitale per autotrasporto container
previous arrow
next arrow