Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    La Francia studia treni da mille metri

    Nel momento in cui in diversi Paesi europei, tra cui l'Italia, si fanno investimenti per adeguare la rete ferroviaria alla circolazione di treni merci lunghi 750 metri secondo il più recente standard europeo, la Francia guarda oltre e pensa a convogli ancora più pesanti e di grande capacità. Con due tappe: prima estendere lo standard su alcune linee a 850 metri per arrivare all'ambizione di treni cargo da mille metri, vale a dire lunghi un chilometro.
    Già dal 2012 lungo l'itinerario tra Bettembourg e Le Boulou, dal confine del Lussemburgo alla Francia meridionale, nella zona dei Pirenei poco a sud di Perpignan, sono stati istituiti treni per trasporto intermodali lunghi fino a 850 metri. Ora questo servizio a grande capacità, gestito attraverso l'operatore specializzato Novatrans, ha fatto il suo esordio sulla relazione tra Valenton, nella regione parigina e Miramas, in Provenza, alle porte di Marsiglia.
    Ma non si pensa solo al traffico intermodale, perché la sperimentazione viene estesa anche ai trasporti tradizionali. Questa scelta adottata dalle ferrovie francesi Sncf ha comporta investimenti contenuti: allungare il modulo binari, vale a dire quelli destinati agli incroci e adeguare il segnalamento. Si calcola che un treno lungo 850 metri porti a un incremento della produttività tra il 10% e il 15%.
    L'ambizione è arrivare a convogli lunghi mille metri. In realtà si tratta di due treni da 500 metri accoppiati tra di loro con due locomotive, una in testa e una intercalata a metà della lunga sequenza di vagoni. L'obiettivo delle ferrovie francesi è quello di essere operativi, nel migliore dei casi, per fine 2021. I nodi da sciogliere non sono pochi, perché occorre intervenire sull'infrastruttura, scegliendo con cura gli itinerari da adeguare al nuovo standard, perché sarebbe impensabile renderlo operativo su tutta la rete.
    Il principale ostacolo non è la gestione dei terminal, dove è possibile prevedere lunghi binari di presa e consegna, oppure manovrare il treno ad alta capacità "spezzandolo" in due, ma sono gli eventuali incroci lungo la linea per dare precedenza ad altri convogli. Questi treni merci, infatti, dovranno percorrere linee miste insieme ai servizi passeggeri e non tratte specializzate e riservate solo alle merci come la Betuweroute tra il porto di Rotterdam e la Germania, piuttosto che le grandi ferrovie minerarie.
    I primi treni da mille metri potrebbero comparire nelle relazioni nord-orientali della Francia dove i traffici sono più sostenuti. Sull'esempio della Francia anche la Germania sta studiando questa ipotesi, anche se per ora è ancora concentrata negli investimenti per adeguare tutta la rete allo standard dei treni da 750 metri.
    In teoria sarebbe possibile estendere la lunghezza dei treni merci per aumentare in modo esponenziale la competitività del trasporto su ferro (per i minori costi di trazione, di manovra e di traccia) ma ci sono alcuni vincoli ulteriori. La capacità di trazione non può essere illimitata, non basta aumentare il numero delle locomotive, perché tutto incide sullo sforzo dei ganci tradizionali che assicurano i carri e sul loro limite di resistenza (anche perché essendo manovrati a mano non possono essere pesantissimi). Treni minerari da 4.000 e fino a 8.000 tonnellate, benché eccezionali in Europa, sono possibili solo adottando carri merci dotati di gancio automatico, l'unico che garantisce un alto limite di resistenza.
    Capofila di un progetto in questo senso sono le ferrovie svizzere FFS con una soluzione innovativa di accoppiamento automatico e di prova freni automatica ormai in avanzata fase di sperimentazione e presentato a giugno a Basilea ai responsabili di diverse ferrovie merci europee. Solo queste tecnologie apriranno le porte ai treni merci ad alta capacità, con ulteriori riduzioni di costi di gestione e migliore competitività.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Cambianica ha ampliato e rinnovato la sede
    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 videocast: cambiare i divieti di circolazione dei camion?

    K44 videocast: cambiare i divieti di circolazione dei camion?

    Dopo un anno di sospensione dei divieti di circolazione festivi per i veicoli industriali, dall’inizio di maggio il ministero Mims li ha ripristinati. Ma le associazioni dell’autotrasporto chiedono modifiche, mentre i sindacati si oppongono. Ne parla questo episodio del videocast K44 Risponde.

Mare

  • L’Egitto allarga l’imbocco meridionale del Canale di Suez

    L’Egitto allarga l’imbocco meridionale del Canale di Suez

    L’Autorità del Canale di Suez ha avviato i lavori per allargare l’imbocco meridionale, dove a marzo si è intraversata la portacontainer Ever Given bloccando la circolazione per sei giorni. È il primo passo di un nuovo progetto di potenziamento.

TECNICA

Vdo aggiorna il cronotachigrafo per migliorarne l’uso

TECNICA

Il camion paga da solo il rifornimento di gasolio

TECNICA

Citroën presenta un microvan elettrico per l’ultimo miglio

TECNICA

Nasce il gemello digitale del container aereo

TECNICA

Iveco rinnova i camion per l’edilizia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Firmato il rinnovo del contratto Logistica, Trasporto Merci e Spedizione

LOGISTICA

Nuova piattaforma per logistica urbana Sda a Milano

LOGISTICA

Come l’aumento dell’inflazione potrà colpire il trasporto

LOGISTICA

Amazon aprirà smistamento a Venezia

LOGISTICA

K44 podcast: presente e futuro del biometano liquefatto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Stretta di Londra sui clandestini in camion

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

K44 videocast: cambiare i divieti di circolazione dei camion?

CAMIONSFERA

Scavalco ferroviario e accordo con Mercitalia, svolta per Livorno

CAMIONSFERA

Iru chiede priorità alla vaccinazione per l’autotrasporto

CAMIONSFERA

L’Egitto allarga l’imbocco meridionale del Canale di Suez

CAMIONSFERA

La Germania sospende divieti camion sino a fine giugno

CAMIONSFERA

Prova generale di accordo sul rinnovo Ccnl Logistica e Trasporto

CAMIONSFERA

L’autostrada A12 riapre ai camion tra Sestri Levante e Lavagna

CAMIONSFERA

Karsten Beier respinge in Tribunale le accuse di sfruttamento autisti

CAMIONSFERA

L’Austria potenzia la Westbahn a partire dal nodo saturo di Linz

CAMIONSFERA

Vdo aggiorna il cronotachigrafo per migliorarne l’uso

CAMIONSFERA

Camionista arrestato per furto di gasolio

CAMIONSFERA

A12 chiusa ai camion tra Lavagna e Sestri Levante

CAMIONSFERA

In Danimarca inizia un importante processo sullo sfruttamento di autisti

CAMIONSFERA

Divieti straordinari per camion sull’A22 a maggio e giugno

CAMIONSFERA

Finanza scopre un traffico di ricambi camion contraffatti
previous arrow
next arrow
Slider