Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Entro la fine del 2020 il costruttore canadese Lion Electric consegnerà ad Amazon i primi due esemplari del suo autocarro elettrico e altri otto seguiranno nel 2021. La compagnia ferroviaria CN firma un ordine per cinquanta trattori.

Podcast K44

Normativa

La Francia offre una sponda alla Svizzera contro il rischio Rastatt

Il ricordo di Rastatt ha generato un’eco che continua a farsi sentire anche a distanza di tempo, da quel 12 agosto 2017, quando il cedimento dei binari vicino alla località tedesca nel Baden-Württemberg ha comportato la chiusura della linea ferroviaria nella valle del Reno per 51 giorni e un danno per l’economia quantificato in due miliardi di euro. Per questo motivo, la Svizzera ha deciso che non si può contare solo sulla Germania e sulle sue ferrovie nelle relazioni verso i porti del Nord Europa. L’obiettivo è quello di poter contare non su un solo itinerario, ma su tratte ridondanti per i trasporti merci internazionali.

La Confederazione elvetica ha investito troppe risorse e riposto molte aspettative nei nuovi assi ferroviari transalpini, per aspettare fiduciosa che anche la Germania faccia lo stesso, potenziando i propri itinerari e adeguandoli ai transiti intermodali a grande sagoma. Così, subito dopo Rastatt, ha bussato alla Francia. Le ferrovie francesi, attraverso Sncf Réseau, il gestore della rete, non si sono tirate indietro, si sono subito messe all’opera e ora, come promesso, entro fine 2020 presenteranno una radiografia di quali tratte devono essere potenziate, insieme a una verifica di tutti gli interventi necessari.

Già nel 2021 questi dovrebbero essere integrati in un programma nazionale per il traffico merci. Sarà così possibile al più presto attuare un primo piano di dirottamento del traffico dal lato tedesco del Reno a quello francese. Da parte sua la Svizzera porrà mano al nodo di Basilea in modo da potenziare l’asse che dagli scali di St. Johann e St. Louis va verso la Francia, adeguando i tunnel di Kannenfeld e Schützenmatt, non ricompresi nei precedenti piani di intervento.

Già nel 2018, Sncf Réseau aveva avviato uno studio costi-benefici per l’intera rete ferroviaria francese con l’obiettivo di individuare gli assi prioritari da adeguare e ampliare al profilo standard P400 adatto al transito di semirimorchi con un’altezza agli spigoli di quattro metri. La verifica ha coinvolto anche l’itinerario ferroviario tra Calais, affacciata sullo stretto di Dover, e St. Louis, a nord di Basilea. In questo modo sarà possibile realizzare un corridoio continuo tra il Mare del Nord e il Mediterraneo da Calais a Basilea e quindi verso l’Italia senza limitazioni di sagoma. Il mosaico sarà completato dagli interventi preventivati entro il 2028 su tutte le linee italiane che convergono verso il Sempione nelle tratte non ancora adeguate.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

  • Tornano  costi minimi dell’autotrasporto

    Tornano costi minimi dell’autotrasporto

    Il 27 novembre 2020 il ministero dei Trasporti ha annunciato la pubblicazione del Decreto sui “costi indicativi di riferimento dell’attività di autotrasporto merci”.

Logistica

Mare

  • Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    Porti liguri puntano sulla Svizzera dal 2024

    La connessione ferroviaria tra i porti di Genova e Savona e la Svizzera è stata la centro della terza edizione di “Un mare di Svizzera”. L’anno di svolta sarà il 2024 e PSA annuncia una filiale nella Confederazione Elvetica.