Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    Un sondaggio svolto dalla Borsa carichi Teleroute tra i trasportatori europei mostra che gli italiani dichiarano un cauto ottimismo nella ripresa dopo la pandemia di Covid-19. Ne parla in questo episodio del podcast K44 la voce del trasporto Domenico Schiavone, sales manager per l'Italia di Teleroute.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Treno autonomo per rilanciare il traffico a carro singolo

    Ormai sembra quasi una corsa a chi arriva prima nell’automazione che riguarda la manovra dei treni merci se non addirittura la condotta senza macchinista. Le ultime protagoniste sono le ferrovie francesi Sncf e quelle federali tedesche DB. È diverso lo scenario che sta alla base dei due progetti, ma unico l’obiettivo: ottimizzare il servizio e ridurre i costi in modo tale che la ferrovia merci possa avere maggiori margini e soprattutto sia economicamente più competitiva. Partiamo dalla Francia. Un treno che potremmo definire semi-autonomo ha percorso per la prima volta in condizioni operative reali la linea lunga 16 km tra le località di Longwy e Longuyon nell’est della Francia al confine con il Lussemburgo. Il viaggio si è svolto secondo le procedure definite di secondo livello, vale a dire con funzionamento automatizzato ma con un macchinista presente in cabina di guida con funzione di supervisore. Per la sperimentazione è stata attrezzata una locomotiva della serie BB 27000 Prima in dotazione a Fret Sncf, mentre sulla tratta ferroviaria interessata è installato il sistema di segnalamento europeo Ertms/Etcs.

    La sperimentazione continuerà e si prevede di incorporare ulteriori funzioni aggiuntive per il funzionamento completamente automatizzato, come il rilevamento degli ostacoli, con l’obiettivo di arrivare alla prima testa de serie definitiva entro il 2023. Sncf è impegnata in un progetto di ricerca da 57 milioni di euro insieme a un consorzio di imprese. Tra queste c’è per esempio Hitachi Rail Sts, protagonista in Australia di un’esperienza ormai consolidata e partita nel 2018 dove i treni minerari di Rio Tinto funzionano in modo completamente autonomo (grado di automazione 4, il più elevato, definito Uto “Unattended train operation”) su una linea Etcs L2.

    Dal canto loro le ferrovie tedesche DB Cargo stanno accelerando i progetti per la formazione automatizzata dei treni merci e in particolare quelli a carro singolo. Ogni giorno centinaia di convogli vengono manovrati negli scali di smistamento utilizzando locomotori da manovra. L'obiettivo da perseguire è che queste macchine funzionino autonomamente. Per questo motivo sono stati varati i progetti “Locomotiva da manovra automatizzata” e “Prova automatica dei freni”, finanziati dal ministero federale dei Trasporti e dell’Infrastruttura digitale attraverso il programma Future Rail Freight Transport con 30 milioni di euro l’anno dal 2020 al 2024. La sperimentazione avviene in questa prima fase nello scalo di smistamento di Monaco-Nord dove gradualmente tutta la movimentazione sarà automatizzata. In questo modo potrà diventare più efficiente, rapido ed economico in primo luogo il servizio merci a carro singolo, storicamente spina dorsale nei trasporti, ma finora gravato da maggiori oneri di gestione. Digitalizzazione e automazione, con anche l’ausilio dell’intelligenza artificiale, possono diventare le chiavi della svolta.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

    K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

    Come saranno i camion che trasporteranno le merci nei prossimi anni? Una risposta univoca è difficile, ma tra le possibilità sta emergendo la trazione elettrica alimentata a idrogeno. Ne parliamo in questo episodio del podcast K44 con Luigi Serafini, Special Project Manager di Mercedes-Benz Trucks Italia.
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

TECNICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

TECNICA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci

TECNICA

Cresce la famiglia di locomotive più potenti per merci
Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina

TECNICA

Maxi carri ferroviari per i container tra Europa e Cina
previous arrow
next arrow
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

LOGISTICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
Torello aumenta la logistica a Bologna

LOGISTICA

Torello aumenta la logistica a Bologna
Come cambiano le professioni della logistica

LOGISTICA

Come cambiano le professioni della logistica
Parte la produzione del Nikola Tre in Germania

LOGISTICA

Parte la produzione del Nikola Tre in Germania
Primo accordo sindacale nazionale per Amazon

LOGISTICA

Primo accordo sindacale nazionale per Amazon
previous arrow
next arrow
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti

BREXIT

In Gran Bretagna sovrapprezzi per carenza di autisti
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB

BREXIT

Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB
previous arrow
next arrow
Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere

CAMIONSFERA

Novità del Decreto Infrastrutture per le Cqc estere
L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022

CAMIONSFERA

L’Iveco autonoma risorgerà nel 2022
K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia

CAMIONSFERA

K44 videocast – carenza autisti, confronto tra GB e Italia
Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico

CAMIONSFERA

Torneranno in cantiere 300 lavoratori del Terzo Valico
Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli

CAMIONSFERA

Mecar perde il suo amministratore delegato Gianandrea Ferrajoli
Podcast K44, i primi 125 anni del camion

CAMIONSFERA

Podcast K44, i primi 125 anni del camion
Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania

CAMIONSFERA

Patenti superiori gratis per disoccupati in Campania
Londra semplificherà gli esami per la patente camion

CAMIONSFERA

Londra semplificherà gli esami per la patente camion
Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero

CAMIONSFERA

Ferrovia Parma-Suzzara si rinnova guardando al Brennero
L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione

CAMIONSFERA

L’Europa richiama l’Italia per i ritardi della Torino-Lione
Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16

CAMIONSFERA

Camionista evita rapina con incendio sull’autostrada A16
Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica

CAMIONSFERA

Supermulta da 18mila euro per guida senza carta tachigrafica
Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni

CAMIONSFERA

Austria rilancia sulla patente camion a 17 anni
Tempi stretti e controversie, a rischio la nuova ferrovia a Trento

CAMIONSFERA

Tempi stretti e controversie, a rischio la nuova ferrovia a Trento
Tre condanne per crollo cavalcavia Annone

CAMIONSFERA

Tre condanne per crollo cavalcavia Annone
previous arrow
next arrow