Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Esplode anche in Italia emergenza ferrovia del Reno


    Se in Europa l'interruzione della linea ferroviaria del Reno – posta sul Corridoio strategico Genova Rotterdam – è considerata un emergenza almeno da un paio di settimane, finora questo evento evento ha avuto un impatto ridotto in Italia, a causa soprattutto della chiusura estiva di molte imprese. Ma già da oggi l'impatto dell'interruzione emerge anche nel nostro Paese. Per esempio, il giornale online Polimerica.it, specializzato in materie plastiche, rileva che alcune imprese cominciano a soffrire nell'approvvigionamento di commodities, come il pvc, che ormai proviene quasi esclusivamente dal Nord Europa usando l'intermodalità ferroviaria.
    In una nota diffusa il 24 agosto 2017, l'associazione dell'autotrasporto Anita rileva che il corridoio Reno-Alpi è quello con il maggior traffico merci in Europa e in quello transalpino attraverso la Svizzera ha una quota del 70%, di cui il 50% d'intermodale. Ogni giorno, su questa linea transitano almeno 200 convogli. "Con la fine del periodo di ferie in Italia e il forte aumento forte aumento dei volumi previsto per il mese di settembre, le capacità alternative attualmente disponibili riusciranno a soddisfare soltanto metà della domanda di traffico combinato", scrive Anita. "Questo porterà notevoli problemi nello scambio merci a livello europeo, e comporta un concreto rischio di collasso della circolazione".
    In particolare, l'associazione rileva tre conseguenze dell'interruzione della linea del Reno: importante riduzione della capacità di trasporto; allungamento dei tempi di viaggio e riduzione dell'affidabilità dei servizi non soppressi, a causa dell'intasamento del Brennero e di corridoi alternativi; aumento dei costi per il sistema logistico per l'instradamento delle spedizioni in soluzioni non ottimali.
    Anita ammonisce che l'autotrasporto non riuscirà a assorbire l'intero volume di merci che non potrà passare lungo il Reno: "Sarebbero necessari circa 15mila camion e altrettanti autisti e ogni settimana transiterebbero in Svizzera 20mila camion in più, intasando le infrastrutture stradali con il doppio del traffico rispetto a oggi".
    Finora sono state attivate alternative ferroviarie. La prima dirige i treni verso Singen e secondo Anita "è già pienamente sfruttata". Sulle rotte alternative attraverso Austria e Francia sono disponibili circa cento tracce, ma mancano i locomotori attrezzati per viaggiare su diverse linee e i macchinisti con competenza linguistica e conoscenza delle tratte. Infine è stata attivata anche l'intermodalità acqua-treno, tramite trasporto fluviale sul Reno e collegamenti ferroviari con l'Italia a sud di Rastatt, dove c'è l'interruzione.
    "Se tutte queste capacità vengono mobilitate tempestivamente e utilizzate in modo efficiente, la domanda di mercato di 200 treni merci al giorno potrà essere pienamente soddisfatta", spiega Anita, che aggiunge: "Il prerequisito essenziale è la capacità di cooperazione a livello internazionale da parte di tutti gli attori coinvolti". Per prima cosa, Anita chiede l'istituzione di un Tavolo di crisi in Italia, che comprenda tutti gli operatori interessati che si ponga quattro obiettivi: condividere e ottimizzare i piani d'emergenza, individuare tutte le soluzioni alternative, aumentare la fluidità dei trasporti negli altri Corridoi; promuovere un coordinamento europeo.
    Anita chiede anche criteri di compensazione economica da parte dei gestori delle infrastrutture interessate "per i gravi disservizi, danni ed extra-costi che l'intera catena logistica dovrà affrontare a causa di errori di pianificazione delle interruzioni di linea o, come nel caso specifico, in caso di palesi errori tecnici".

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Grimaldi acquista traghetti e terminal in Spagna

    Il gruppo armatoriale napoletano Grimaldi potenzia la sua presenza in Spagna tramite l’acquisto dalla Naviera Armas Trasmediterránea di cinque traghetti e due terminal portuali a Barcellona e Valencia.

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Amazon aprirà tre logistiche in Veneto

LOGISTICA

Prefetto di Piacenza chiede Tavolo governativo su FedEx

LOGISTICA

Deutsche Post stanzia sette miliardi nella logistica sostenibile

LOGISTICA

Il profilo di chi cerca lavoro nella logistica

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile
previous arrow
next arrow
Slider