Array ( [0] => 31 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Camionista accusato di omicidi seriali in Europa


Potrebbero essere sei le vittime dell'autista rumeno di 40 anni arrestato il 2 giugno scorso a Endingen, in Germania, mentre stava salendo sul suo articolato, con l'accusa di avere violentato e ucciso una donna tedesca di 27 anni nel 2016 e una francese di vent'anni nel 2014. Gli inquirenti tedeschi, infatti, hanno esteso l'indagine in Romania, nella zona di provenienza dell'uomo, ossia le regioni di Vaslui e Husi. In quest'area, la Polizia rumena scoprì nel 2000 i cadaveri di tre donne e quattro anni dopo quello di una quarta. Omicidi che gli inquirenti mettono in relazione con quelli delle donne francese e tedesca.
La magistratura tedesca s'interessò presto al mondo dell'autotrasporto indagando sull'omicidio del 2016 perché l'arma usata era una barra di ferro compatibile con quelle che servono per ribaltare le cabine dei camion e perché i delitti erano avvenuti di domenica, giorno in cui la maggior parte dei veicoli industriali è ferma. E proprio l'arma del delitto ha collegato il caso tedesco con quello austriaco.
Quindi, la Polizia tedesca ha chiesto a quella austriaca di analizzare le informazioni dei cinquemila camion transitati a Kufstein tra l'11 e il 13 gennaio 2014, ossia il periodo dell'omicidio della ragazza francese. Il veicolo numero 4334 raccolse l'attenzione degli investigatori, perché apparteneva a un'azienda di Endingen, la città dove era stata uccisa la giovane tedesca. Era era quello guidato dal quarantenne rumeno. I successivi esami del DNA trovato sui corpi delle giovani e confrontati con quelli del camionista hanno rinforzato i sospetti, portando all'arresto dell'uomo. Ora il fascicolo comprende anche le quattro vittime rumene.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 Videocast: via libera alla riforma europea dell’autotrasporto

    K44 Videocast: via libera alla riforma europea dell’autotrasporto

    Questo videocast di K44 Risponde illustra le novità introdotte nell’autotrasporto dal Primo Pacchetto Mobilità, approvato definitivamente dal Parlamento Europeo l’8 luglio 2020. Le principali domande cui il videocast risponde sono: come migliora il lavoro degli autisti? Con quale nuovi armi si combatte la concorrenza sleale? Come si contrasta il cabotaggio …

Logistica

  • DB Schenker usa nuovi smart glass nell’intralogistica

    DB Schenker usa nuovi smart glass nell’intralogistica

    DB Schenker ha completato i testo sull’uso di smart glasses nell’intralogistica nelle piattaforme logistiche tedesche di Brema e Rodgau e annuncia la loro implementazione su ampia scala per il prelievo delle merci dagli scaffali.

Mare

  • I container tornano nel porto di Taranto

    I container tornano nel porto di Taranto

    La mattina del 12 luglio ha attraccato al Molo Polisettoriale di Taranto la portacontainer Cma Cgm Nicola, riaprendo così l’attività del terminal che ora è gestito dalla società turca Yilport. Per ora sono previsti servizi feeder nel Mediterraneo.