Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Due spedizionieri arrestati per contrabbando di alcool


    Il 19 settembre 2017 i Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Rieti – in sinergia con il Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Ancona e i funzionari dal Servizio Centrale Antifrode della Dogana di Roma e Bologna – hanno eseguito otto arresti per associazione a delinquere internazionale specializzata nelle frodi alle accise e all'Iva, nell'ambito dell'operazione Meeting. L'indagine è stata complessa è ha coinvolto la Procura di Rieti, che la ha coordinata con la Direzione Distrettuale Antimafia di Ancona.
    Secondo gli inquirenti, le otto persone (residenti in Italia, Gran Bretagna e Romania) hanno venduto tra gennaio 2015 e giugno 2016 prodotti alcolici evadendo completamente Iva e accise. Tramite la produzione di certificati doganali falsi, risultava che gli alcolici provenivano da magazzini in sospensione d'imposta situati in Europa ed erano esportati dal porto di Ancona verso alcuni Paesi africani. In realtà, i prodotti venivano venduti all'intero dell'Unione Europea, evitando così il pagamento delle imposte.
    La Finanza spiega in una nota che "l'attività investigativa ha accertato che alcuni finanziatori indo-pakistani della City di Londra, attraverso la mediazione di broker italiani e rumeni residenti all'estero, offrivano per ogni falsa spedizione all'estero un compenso di circa 12mila euro. Il sodalizio, grazie alla connivenza di spedizionieri e un funzionario pubblico corrotti, riusciva a regolarizzare le movimentazioni delle merci attraverso l'emissione di falsi documenti amministrativi elettronici denominati e-AD. Tali documenti, che hanno sostituito i vecchi formulari cartacei, sono obbligatori per accompagnare la circolazione dei prodotti soggetti ad accise circolanti, sia a livello nazionale che a livello comunitario, in sospensione di tale imposta". Il denaro era scambiato attraverso tre persone che lo lasciavano in alcune valigette in camere d'albergo del Centro Italia.
    Durante l'indagine, la Finanza ha svolto pedinamenti degli indagati, individuando un residente a Spoleto che fungeva da collegamento con inglesi e rumeni e che con un faccendiere romano dirigeva le attività illecite in Italia, coinvolgendo il funzionario doganale e i due spedizionieri, operanti nel porto di Ancona. Durante l'inchiesta, i Finanzieri hanno scoperto in un deposito fiscale di Spoleto 22.015 chili di vodka, con la denunzia a piede libero di tre persone. In seguito, i militi hanno scoperto altri 56mila chili di alcol puro.
    Gli inquirenti hanno quantificato il traffico il 1200 tonnellate di vari prodotti, per un valore commerciale di sei milioni di euro, che ha comportato un'evasione dell'accisa e dell'Iva di quattro milioni, oltre all'evasione delle imposte dirette per la vendita in nero. Alle persone arrestate sono stati contestati a vario titolo reati di associazione a delinquere finalizzata alla sottrazione ed al pagamento delle accise, nonché quelli di corruzione e falsità in atti, con l'aggravante della transnazionalità.
    L'associazione degli Spedizionieri Doganali di Ancora precisa che "Con riferimento alle notizie pubblicate negli ultimi giorni riguardanti l'indagine sui traffici illeciti che ha coinvolto, oltre ad un funzionario della Dogana di Ancona, anche alcuni operatori, si ritiene necessario formulare alcune precisazioni. Nel ricostruire l'accaduto si è fatto generico riferimento al coinvolgimento di alcuni Spedizionieri, tuttavia ci preme sottolineare che nessuno Spedizioniere Doganale iscritto all'Albo risulta coinvolto nei fatti criminosi emersi grazie alle indagini della Guardia di Finanza e dell'Agenzia delle Dogane. Inoltre, proprio su tale delicata questione il Consiglio Territoriale di Ancona ha fornito alla Direzione dell'Ufficio Doganale di Ancona la massima disponibilità e collaborazione, affinché fossero chiariti i contorni della vicenda e si evitassero inopportune generalizzazioni che avrebbero potuto nuocere all'immagine dell'intera categoria.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia

LOGISTICA

Sindacati interrompono negoziato su Ccnl Logistica e Trasporto
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider