Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

La Brexit trasformerà il Kent in un parcheggio di camion

Si avvicina rapidamente il 31 dicembre, termine ultimo del regime transitorio dell’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea, e un accordo tra Bruxelles e Londra appare ancora lontano. E senza accordo, la Gran Bretagna sarà considerata un Paese extra-comunitario, quindi i veicoli industriali in ingresso e uscita dovranno espletare le pratiche doganali e i controlli di confine. Ne subirà le conseguenze la contea del Kent, dove sorge il porto di Dover, la principale porta del Paese per le merci provenienti dal continente. Un rapporto del Border and Protocol Delivery Group prevede che nella contea potranno stazionare per ore, ma anche per giorni, fino a settemila veicoli industriali contemporaneamente.

Una situazione che pone un grande problema per i servizi agli autisti, tanto che il quotidiano The Guardian afferma che il Kent potrebbe trasformarsi da “giardino dell’Inghilterra” a “gabinetto dell'Inghilterra”. In un articolo pubblicato il 12 novembre 2020, il giornale spiega che già oggi le principali strade e le piazzole di sosta della contea sono “cosparse di bottiglie piene d’urina e sacchetti con escrementi e che la situazione potrebbe peggiorare molto dopo il 31 dicembre”. Un fenomeno che colpisce in particolare l’autostrada A2. E il paradosso, aggiunge il quotidiano, è che il Kent ha votato con un’ampia percentuale di quasi l’80% per l’uscita dall’Unione Europea.

Una situazione aggravata dalla pandemia di Covid-19, che sta colpendo in modo duro l’isola. Per affrontare questo problema, il Governo britannico sta costruendo quattro grandi aree di sosta per veicoli industriali e ha annunciato di disseminare le strade con toilette portatili, ma difficilmente saranno pronte per gennaio 2021. Insomma, gli abitanti del Kent sono avvertiti e la responsabilità di ciò che accadrà non sarà certamente dei camionisti.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

  • Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio

    A due anni dalla sua introduzione in Italia, il servizio di trasporto espresso di pallet Astre Plus si espande anche all’estero. Il direttore Davide Napolitano spiega le caratteristiche che lo distinguono dai servizi tradizionali e i vantaggi per affiliati e clienti.

Videocast K44

Autotrasporto

  • Nel 2021 sarà operativo l’autotrasporto europeo a punti

    Nel 2021 sarà operativo l’autotrasporto europeo a punti

    A gennaio 2021 diventerà operativo il Registro Europeo dell’Autotrasporto (Erru), che elencherà le imprese di trasporto stradale in conto terzi della Comunità e registrerà le infrazioni più gravi, che avranno un punteggio. Nei casi più gravi, l’impresa perderà l’autorizzazione.

Logistica

Mare

  • Accordo sui presidenti dei porti liguri

    Accordo sui presidenti dei porti liguri

    Il presidente della Regione Liguria ha firmato l’accordo sui due nomi proposti dalla ministra dei Trasporti per il rinnovo delle cariche delle Autorità di Sistema Portuale liguri.