Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Come Covid potrà convertire spazi del commercio in logistica

    Come Covid potrà convertire spazi del commercio in logistica

    Una ricerca svolta negli Stati Uniti da Prologis mostra che la tendenza a trasformare spazi dedicati al retail prima della pandemia Covid-19 alla logistica, che chiede immobili di elevata qualità a causa della crescita del commercio elettronico, sarà ancora limitata nei prossimi anni.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Trump vuole Poste Usa fuori dall’Unione postale


    Tra le tante decisioni del presidente statunitense Donald Trump che che riguardano il commercio internazionale una coinvolge anche il servizio postale, che negli ultimi anni ha assunto un'importanza sempre maggiore grazie allo sviluppo del commercio elettrico. Il primo annuncio è datato agosto 2018: "Le attuali pratiche postali internazionali nell'Upu non sono in linea con gli interessi economici e di sicurezza nazionale degli Stati Uniti", ha scritto Trump in un memorandum. Secondo il presidente, i servizi postali stranieri non forniscono all'amministrazione Usa le informazioni digitali delle spedizioni con sufficiente anticipo, impedendo alla U.S. Customs and Border Protection di rilevare colli a rischio per la sicurezza nazionale, ma anche di controllare il flusso delle importazioni. Quest'ultimo è un fattore chiave nella guerra commerciale con la Cina.
    Ma c'è anche un altro elemento importante: la struttura delle spese terminali, regolata dall'Unione Postale cinquant'anni fa. Ciò regola gli importi che la società postale di partenza di un pacco deve versare a quella di destinazione, nel caso di spedizioni internazionali. L'attuale struttura si basa su una classificazione per singolo Paese, che considera diversi fattori nazionali, tra cui i volumi, i costi e le tariffe. Ciò comporta che i Paesi una volta ritenuti "in via di sviluppo" devono versare agli Stati Uniti importi relativamente bassi, mentre gli Usa pagano di più ai Paesi destinatari. Fino a poco tempo fa questo era un elemento marginale, ma il boom del commercio elettronico lo ha posto in primo piano e l'Amministrazione statunitense afferma che oggi questa distorsione rappresenta uno svantaggio competitivo.
    Anche questo elemento coinvolge la Cina, perché secondo lo schema attuale è considerata ancora un Paese "in via di sviluppo", con le relative tariffe, mentre oggi è la seconda potenza economica mondiale. In concreto, le società cinesi possono vendere negli Stati Uniti anche prodotti a basso costo, sfruttando le basse tariffe postali dell'Usps, facendo così concorrenza ai venditori statunitensi grazie anche al loro servizio postale. Secondo un rapporto della stessa Usps, questa struttura delle spese terminali è costata alla società postale 300 milioni di dollari solo nel periodo tra il 2010 e il 2014, una cifra che probabilmente sarà superiore negli anni successivi, a causa della crescita dell'e-commerce mondiale.
    Bisogna però ancora aspettare per vedere se la decisione dell'uscita di Usps dall'Unione Postale (possibile purché con un anno di preavviso) è una mossa tattica o una scelta definitiva. Infatti, il 25 e 26 settembre si svolgerà a Ginevra il terzo Congresso straordinario dell'Upu e all'ordine del giorno ci sarà proprio la revisione della struttura tariffaria per i piccoli pacchi. Il Dipartimento di Stato Usa presenterà una proposta che consentirà agli Stati Uniti di decidere in modo autonomo le tariffe internazionali. Se l'Unione Postale non accetterà tale proposta, gli Usa usciranno il 17 ottobre e dal 202 l'applicheranno, avviando negoziati bilaterali con i singoli Paesi. Ciò comporterà un notevole aumento delle spedizioni di piccoli pacchi verso gli Stati Uniti, coinvolgendo soprattutto il trasporto aereo espresso, che potrebbe perdere volumi a favore di quello marittimo, più lento ma più economico. È si può prevedere che l'uscita di un Paese importante come gli Usa avrà un forte contraccolpo sulla stessa Unione Postale.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Agenzia Trasporti chiede contributo dal 2019 all’autotrasporto

    Agenzia Trasporti chiede contributo dal 2019 all’autotrasporto

    Dopo la sentenza favorevole del Consiglio di Stato, l’Agenzia di Regolazione dei Trasporti annuncia che chiederà il contributo annuale alle imprese di autotrasporto per il 2021. Ma solo a chi ha veicoli sopra 26 tonnellate che usano determinate infrastrutture in Italia e fatturato superiore a tre milioni.

Mare

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Un generale esperto in logistica per l’emergenza Covid

LOGISTICA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

LOGISTICA

È corretto il nuovo nome del ministero dei Trasporti?

LOGISTICA

Conftrasporto contro cambio di nome del ministero Trasporti

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Sicilia vuole eliminare il pedaggio per camion a biocarburante

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV
previous arrow
next arrow
Slider