Array ( [0] => 12 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Partono i lavori per Rail Baltica


Per Rail Baltica si fa sul serio. La ferrovia ad alta capacità che mette in relazione le Repubbliche baltiche con la Polonia e quindi il centro Europa è entrata nel vivo della progettazione. Ormai tutta pianificata, a settembre 2019 i progressi maggiori si registrano in Lituania dove è in pieno svolgimento una vasta campagna di sondaggi geologici. Questi sono di due tipi: conoscitivi lungo il tracciato principale già individuato oppure di dettaglio per predisporre la progettazione tecnica delle opere principali. Nel primo caso le sonde perforano il terreno fino a una profondità di dieci metri lungo un tracciato a intervalli prestabiliti. Si dà quindi il via a un'analisi più approfondita con campioni raccolti anche oltre i 25 metri di profondità.
Queste ultime indagini sono di ausilio ai progettisti per individuare le soluzioni più adatte laddove sono previste le opere maggiori, come ponti, viadotti e altre strutture. Le indagini geologiche in Lituania proseguono con l'obiettivo di concludere entro novembre 2019 un migliaio di sondaggi lungo la linea principale. Questi si svolgono in particolare tra Šveicarija, cittadina al centro della Repubblica lituana e Šėta verso il nord del Paese su un territorio esteso per una trentina di chilometri. Sarà quindi la volta della fase successiva che raggiungerà il confine di stato con la Lettonia.
Rail Baltica è una linea ad alta capacità che rientra nei corridoi europei Ten-T. Partendo dalla Finlandia, raggiunge Varsavia, capitale della Polonia. L'itinerario, escluso il braccio di mare, è lungo circa 870 km, a doppio binario elettrificato a scartamento standard internazionale ed equipaggiata con il sistema di segnalamento europeo interoperabile Ertms-Etcs. Consente per i treni merci una velocità di 120 km/h. Finanziato dall'Unione Europea, comporta un investimento complessivo stimato in oltre 5 miliardi di euro, escludendo l'eventuale tunnel sottomarino dei record per collegare direttamente Helsinki con Tallinn, capitali rispettivamente della Finlandia e dell'Estonia.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare