Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Intesa tra Bolzano e Baviera sul Brennero


Da tempo la Provincia di Bolzano si sta muovendo in modo indipendente sulle questioni che riguardano il transito dei veicoli industriali lungo l'asse del Brennero, agendo in molti casi in armonia con il Tirolo austriaco. In questa ottica si pone l'incontro di oggi tra il presidente della Provincia Arno Kompatscher e il suo assessore alla Mobilità Daniel Alfreider con il ministro dei Trasporti della Baviera, Hans Reichart. Durante l'incontro, Alfreider ha ribadito la volontà di "adottare in futuro a livello europeo un sistema comune e coordinato di regolamentazione dei flussi veicolari tra Rosenheim e Verona per diminuire il traffico", come spiega una nota della Provincia, mentre Kompatscher ha dichiarato che "la stretta collaborazione con Baviera e Tirolo è per noi di fondamentale importanza per giungere a un sistema coordinato, organico e sinergico di gestione del traffico".
Per farlo, il presidente della Provincia di Bolzano ha spiegato che bisogna "incrementare la capacità e la qualità del trasporto su rotaia, per offrire così al mercato la necessaria alternativa per fare in modo da spostare il più possibile il trasporto delle merci dalla gomma". Alfreider ritiene che la decisione più importante da prendere con Austria e Germania è "l'adozione di un pacchetto di misure che alleggerisca il corridoio del Brennero e in particolare l'impatto del traffico per gli abitanti della zona, fino a quando non sarà percorribile il Tunnel di Base del Brennero". Durante l'incontro si è parlato di diverse iniziative, tra cui "incentivi per lo sviluppo della tecnologia dell'idrogeno, l'acquisto di camion più puliti e silenziosi, un forte programma di investimenti nella tecnologia del trasporto merci con un aumento dei sussidi sulle linee ferroviarie delle Alpi e un possibile pedaggio ambientale".
Al termine dell'incontro le parti hanno deciso di svolgere altri incontri, coinvolgendo anche il Tirolo austriaco. La riunione arriva a poche settimane da quella a livello governativo tra Austria e Germania, che si è svolta a luglio, dove i due Paesi hanno avviato un dialogo sui provvedimenti per il Brennero. In questo scenario latita il Governo nazionale italiano, che sembra escluso da questi incontri multilaterali tra le regioni alpine e bilaterali tra gli Stati.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    L’Europa riconosce le proroghe dei documenti di camion e autisti

    Il 20 maggio 2020, il Consiglio d’Europa ha definitivamente approvato il Regolamento che estende all’intera Unione Europea le proroghe attuate da alcuni Paesi sulle scadenze dei documenti degli autisti e le revisioni dei veicoli industriali. Rinvio anche delle tasse portuali.

Logistica

  • Confetra vuole più risorse per i porti

    Confetra vuole più risorse per i porti

    Commentando il Decreto Rilancio, il presidente di Confetra riconosce passi in avanti sulle agevolazioni fiscali, ma chiede maggiori risorse per i porti e un processo di semplificazione.

Mare