Primo piano

  • Camion nel mirino della criminalità

    Camion nel mirino della criminalità

    Il TT Club e Bsi hanno redatto un rapporto sui furti e le rapine nel trasporto e nella logistica in tutto il mondo. Per quanto riguarda l'Europa, la gran parte degli attacchi avviene nei confronti dei veicoli industriali.

Podcast K44

Normativa

Fita chiede garanzie durante le nevicate


Alla fine di dicembre sono iniziate le nevicate anche a quote relativamente basse nel sud e con i primi fiocchi compaiono anche le preoccupazioni degli autotrasportatori per eventuali blocchi alla circolazione dei mezzi pesanti, come prevede il piano neve. A scopo preventivo, la Fita Cna ha diffuso una nota con cui sollecita gli organismi pubblici interessati a garantire la circolazione dei camion. "Lo Stato deve vigilare che i gestori di strade e autostrade attuino in modo tempestivo tutte le procedure tecniche in caso di neve", scrive l'associazione. "È fondamentale garantire lo spargimento di sale e l'intervento delle lame sgombraneve. Le risorse umane a disposizione devono essere coerenti con un pronto ed efficacie intervento che, in occasione di precipitazioni nevose, garantisca la circolazione dei mezzi pesanti. Ove necessario devono prontamente essere attivare convenzioni per l'affidamento a terzi dei lavori di salatura e sgombero neve. Occorre anche assicurare urgentemente il ripristino della regolare circolazione nei tratti autostradali interessati da lavori e da altre criticità".
La Fita chiede anche che i rappresentanti dell'autotrasporto partecipino ai Comitati Operativi Viabilità (Cov) "per contribuire al superamento di particolari e specifiche criticità". I Cov sono importanti perché possono riattivare la circolazione sospesa dai Prefetti per neve anche senza ordinanza prefettizia. In prospettiva, la Fita chiede che sia completato l'archivio nazionale delle strade, così da semplificare la ricerca di percorsi alternativi adatti ai veicoli pesanti in caso d'interruzione per neve di strade e autostrade. "In generale ma soprattutto in questo particolare momento, tutti i soggetti coinvolti nelle operazioni di pianificazione della circolazione devono operare per migliorare i propri standard, in modo tale che il blocco temporaneo dei mezzi pesanti a tutela della sicurezza della circolazione, sia effettivamente l'ultima ratio dell'azione attuata da prefetti e società autostradali in caso di precipitazioni nevose", conclude l'associazione.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

  • Camionisti scioperano in Senegal contro il racket dei controlli

    Camionisti scioperano in Senegal contro il racket dei controlli

    Gasolio troppo caro, mancanza di aree di sosta per riposare e controlli su strada da parte della Polizia che si traducono nel pagamento di tangenti: questi sono i motivi che hanno spinto migliaia di autisti di camion senegalesi a spegnere i motori il 19 febbraio 2020.

Logistica

  • Come scegliere le mascere contro coronavirus nella logistica

    Come scegliere le mascere contro coronavirus nella logistica

    L’autotrasporto delle merci e la logistica sono attività interessate dalla misure di prevenzione da prendere nelle aree interessate dall’epidemia del virus 2019-nCoV. Tra i dispositivi da usare ci sono anche le mascherine. Ma bisogna scegliere quelle adatte e usarle nel modo adeguato.

Mare

  • Cma Cgm cancella alcune partenze verso l’Italia

    Cma Cgm cancella alcune partenze verso l’Italia

    La compagnia marittima francese Cma Cgm ha ridotto le partenze di portacontainer dalla Cina a causa del coronavirus e alcune di queste coinvolgono anche i porti italiani. La compagnia francese mette in guardia anche sulle criticità legate ai container refeer nel Paese asiatico.