Array ( [0] => 30 )

Primo piano

  • Primi treni merci per la nuova impresa Evm Rail

    Primi treni merci per la nuova impresa Evm Rail

    Dopo la fase di certificazione e formazione del personale, è diventata operativa la nuova compagnia italiana di trasporto ferroviario delle merci Evm Rail, che opera anche in ambito internazionale.

Podcast K44

Normativa

Volvo riduce i consumi sull’ammiraglia FH

Nella difficile sfida per ridurre i consumi di carburante dei veicoli industriali pesanti, Volvo Trucks è riuscita a tagliare fino al tre percento quelli della gamma pesante FH grazie all’evoluzione del suo sistema I-Save, presentata alla fine di agosto 2020. I progettisti sono riusciti nell’impresa tramite aggiornamenti nel software basati sull’analisi dei dati ricavati dai veicoli connessi usati ogni giorno dai clienti. Ciò ha permesso di perfezionare l’equilibrio tra il consumo di carburante e le prestazioni. "Questo risultato fa sì che scegliendo il nuovo Volvo FH con I-Save, i trasportatori possano ridurre il consumo di carburante fino al dieci percento rispetto a un normale Volvo FH equipaggiato con il nostro motore da 13 litri Euro 6 conforme alla normativa Step D. Nella pratica è possibile ottenere risparmi ancora maggiori, dal momento che la maggior parte dei clienti che acquista il nuovo Volvo FH con I-Save, in precedenza utilizzava veicoli maggiormente datati con un consumo di carburante più elevato", spiega Jessica Sandström, Senior Vice President Product Management presso Volvo Trucks.

La percentuale di riduzione dei consumi dipende da diversi fattori, tra cui spiccano la formazione e l'esperienza dell’autista, l’uso del cruise control, l’allestimento e il carico del veicolo, la topografia e le condizioni della strada e le condizioni meteorologiche. Il confronto fatto da Sandström riguarda i costi del diesel e AdBlue per I-Save: motore Volvo D13TC Euro 6 Step D con pacchetto carburante a lungo raggio nei confronti del motore D13 eSCR Euro 6 Step D senza il pacchetto carburante a lungo raggio. Volvo ha presentato la prima generazione dell’I-Save nel 2019, ottenendo già ottime prestazioni in termini di consumi di gasolio, ma anche di AdBlue, che hanno raggiunto il 7% rispetto a un FH senza questa funzione. Il Volvo FH equipaggiato con la seconda generazione di I-Save si può ordinare da settembre 2020 con il motore D13 da tredici litri tarato nelle potenze di 460 CV (2.600 Nm) o 500 CV (2.800 Nm).

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Riparte la vertenza dell’autotrasporto container a Genova

    Riparte la vertenza dell’autotrasporto container a Genova

    L’Osservatorio Logistica e Trasporto Merci di Genova scrive al presidente dell’Autorità portuale per sollecitare la soluzione di problemi connessi all’autotrasporto container che sono rimasti insoluti a causa delle emergenze legate alla pandemia di Covid-19 e della manutenzione delle autostrade.

Logistica

  • Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Prosegue la vertenza sul contributo postale

    Il Tar del Lazio ha respinto gli ultimi ricorsi delle associazioni del trasporto avevano intrapreso contro l’Agenzia delle Comunicazioni e il ministero dello Sviluppo Economico sui servizi postali. Sette di loro hanno scritto alla ministra dei Trasporti.

Mare

  • Riparte la vertenza dell’autotrasporto container a Genova

    Riparte la vertenza dell’autotrasporto container a Genova

    L’Osservatorio Logistica e Trasporto Merci di Genova scrive al presidente dell’Autorità portuale per sollecitare la soluzione di problemi connessi all’autotrasporto container che sono rimasti insoluti a causa delle emergenze legate alla pandemia di Covid-19 e della manutenzione delle autostrade.