Array ( [0] => 26 [1] => 14 )

Primo piano

  • K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    K44 podcast: cauto ottimismo nell’autotrasporto

    Un sondaggio svolto dalla Borsa carichi Teleroute tra i trasportatori europei mostra che gli italiani dichiarano un cauto ottimismo nella ripresa dopo la pandemia di Covid-19. Ne parla in questo episodio del podcast K44 la voce del trasporto Domenico Schiavone, sales manager per l'Italia di Teleroute.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Lo scalo di Lecce attende il rilancio intermodale

    Potrebbe essere preso come esempio di come non devono essere spesi, anzi sprecati, i soldi pubblici in infrastrutture dalle grandi ambizioni, ma naufragate e abbandonate dopo pochi anni. È questo lo scalo, o meglio sarebbe dire l’ex scalo merci ferroviario di Lecce-Surbo. Costruito dal gruppo Fs a cavallo degli anni Ottanta e Novanta, da una ventina d’anni giace di fatto inutilizzato. Ma ora sembra aprirsi uno spiraglio.

    Nel marzo 2021, Fs Sistemi Urbani, la società che ha il compito di valorizzare il patrimonio del Gruppo non funzionale all'esercizio ferroviario, ha annunciato la possibilità della cessione dello scalo, ipotesi da mettere a fuoco e perfezionare nei prossimi mesi. La novità è arrivata nel corso di un sopralluogo a Surbo tra la dirigenza Fs e diversi operatori nazionali della logistica sotto lo stimolo della Regione Puglia. Ormai da anni la Confindustria della provincia di Lecce aveva inutilmente cercato di smuovere le ferrovie proponendo un’intesa sulla gestione o un comodato d’uso per valorizzare una piattaforma che potrebbe essere un volano di sviluppo per la zona. Nel 2014 si era già tentata la vendita, ma inutilmente forse per un prezzo non giudicato congruo dal mercato.

    L’ex scalo conosciuto anche come terminal Primiceri ha una superficie di circa 103mila metri quadri ed è collocato lungo la linea ferroviaria Adriatica a meno di 5 km dal centro da Lecce e a 30 minuti sia dall’aeroporto del Salento (Brindisi-Casale) sia dal porto di Brindisi, ma soprattutto è adiacente a una vivace zona industriale costituita da numerosi comparti, collegata direttamente con il sistema tangenziale di Lecce.

    La più grande opera infrastrutturale del Salento, come si disse a suo tempo, costata decine di miliardi di lire, è stata operativa per pochi anni, ma in modo tutto sommato marginale fin dall’inizio. Forse lo scalo è arrivato fuori tempo, in ritardo rispetto all’evoluzione che stavano conoscendo i trasporti, con un servizio classico a carro nel momento in cui le ferrovie merci al Sud perdevano costantemente quote di mercato. Insomma, un copione già visto altre volte come con i terminal di Domodossola (Beura-Cardezza) e Ventimiglia (Parco Roja), pensati come grandi scali doganali di confine nel momento in cui le frontiere si stavano dissolvendo.

    Ora le categorie economiche salentine hanno manifestato in modo chiaro la volontà di disporre dell’ex scalo Primiceri. L’idea è di trasformarlo in un terminal intermodale di interscambio gomma/rotaia per venire incontro a una domanda in rapida crescita, valorizzata da una linea ferroviaria come l’Adriatica che consente il trasporto di unità intermodali senza limiti di sagoma e con la presenza anche nel Mezzogiorno di imprese ferroviarie sempre più attive e dinamiche, come la barese Gts. Il tutto all’interno della Zona economica speciale Adriatica.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • Camionisti britannici minacciano lo sciopero

    Camionisti britannici minacciano lo sciopero

    Un gruppo di autisti di veicoli industriali della Gran Bretagna ha avviato una mobilitazione chiamata “stay at home” contro i bassi salari e le pesanti condizioni di lavoro, causate anche dalla carenza di camionisti. Avrebbero aderito almeno tremila conducenti.
K44 podcast, i carburanti sintetici salveranno il diesel?

TECNICA

K44 podcast, i carburanti sintetici salveranno il diesel?
La pandemia ha frenato i carrelli elevatori

TECNICA

La pandemia ha frenato i carrelli elevatori
K44 videocast, i nuovi Daf visti dai trasportatori

TECNICA

K44 videocast, i nuovi Daf visti dai trasportatori
Renault Trucks svela la nuova generazione di camion TCK Evolution

TECNICA

Renault Trucks svela la nuova generazione di camion TCK Evolution
Man rinnova i camion pesanti con telecamere per retrovisione

TECNICA

Man rinnova i camion pesanti con telecamere per retrovisione
previous arrow
next arrow
Il camion elettrico di Tesla è pronto a partire

LOGISTICA

Il camion elettrico di Tesla è pronto a partire
La Cina espande il porto interno etiope di Modjo

LOGISTICA

La Cina espande il porto interno etiope di Modjo
Uber Freight investe due miliardi nelle spedizioni digitali

LOGISTICA

Uber Freight investe due miliardi nelle spedizioni digitali
FedEx sperimenta furgone autonomo Nuro

LOGISTICA

FedEx sperimenta furgone autonomo Nuro
Cambio di proprietà per la Compagnia Portuale Monfalcone

LOGISTICA

Cambio di proprietà per la Compagnia Portuale Monfalcone
previous arrow
next arrow
Distributori a secco in GB per mancanza di autisti

BREXIT

Distributori a secco in GB per mancanza di autisti
Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB

BREXIT

Da ottobre passaporto per camionisti diretti in GB
La Gran Bretagna estenderà le ore di guida dei camionisti

BREXIT

La Gran Bretagna estenderà le ore di guida dei camionisti
Carenza autisti, GB vuole aumentare guida e dimensioni camion

BREXIT

Carenza autisti, GB vuole aumentare guida e dimensioni camion
Autotrasporto ottimista per il post-Covid

BREXIT

Autotrasporto ottimista per il post-Covid
previous arrow
next arrow
Camionisti britannici minacciano lo sciopero

CAMIONSFERA

Camionisti britannici minacciano lo sciopero
La Lombardia finanzia l’assunzione dei camionisti

CAMIONSFERA

La Lombardia finanzia l’assunzione dei camionisti
Alleanza per nuova autostrada in Liguria

CAMIONSFERA

Alleanza per nuova autostrada in Liguria
Sgominata una banda di rapinatori camion

CAMIONSFERA

Sgominata una banda di rapinatori camion
Accordo tra Consiglio e Parlamento europeo sull’eurovignetta

CAMIONSFERA

Accordo tra Consiglio e Parlamento europeo sull’eurovignetta
Rischio aumento dei pedaggi ad agosto

CAMIONSFERA

Rischio aumento dei pedaggi ad agosto
Prosciolto il camionista dell’incidente di Zanardi

CAMIONSFERA

Prosciolto il camionista dell’incidente di Zanardi
Hegelmann costruisce un hotel per camionisti in Polonia

CAMIONSFERA

Hegelmann costruisce un hotel per camionisti in Polonia
Antitrust multa Autostrade sulla mancata riduzione dei pedaggi

CAMIONSFERA

Antitrust multa Autostrade sulla mancata riduzione dei pedaggi
K44 videocast, autotrasporto fermo in coda

CAMIONSFERA

K44 videocast, autotrasporto fermo in coda
Tra Losanna e Ginevra precedenza ai treni merci

CAMIONSFERA

Tra Losanna e Ginevra precedenza ai treni merci
Portogallo regola per Legge il carico e scarico dei camion

CAMIONSFERA

Portogallo regola per Legge il carico e scarico dei camion
Quando il trasporto in conto proprio è esente dalla Cqc

CAMIONSFERA

Quando il trasporto in conto proprio è esente dalla Cqc
Lavori sull’A1 tra Calenzano e Barberino fino al 2024

CAMIONSFERA

Lavori sull’A1 tra Calenzano e Barberino fino al 2024
Autostrade e ferrovie interrotte in Germania occidentale

CAMIONSFERA

Autostrade e ferrovie interrotte in Germania occidentale
previous arrow
next arrow