Array ( [0] => 14 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Autotrasporto contro modalità erogazione marebonus

    La Legge di Bilancio 2020 approvata dal Senato (e che presto lo sarà anche alla Camera) prevede uno stanziamento di venti milioni di euro per il 2021 per il marebonus, ossia il contributo al trasporto combinato strada-mare, che originariamente era noto come ecobonus (termine poi passato all'edilizia). E proprio su questa trasformazione interviene l'associazione degli autotrasportatori Trasportounito, secondo cui essa non riguarda solamente il nome, ma anche le modalità di erogazione. In una nota diffusa il 17 dicembre 2019, l'associazione afferma che a differenza dell'ecobonus, che era gestito direttamente dalle imprese di autotrasporto, il marebonus viene erogato direttamente all'armatore.
    Teoricamente, le compagnie marittime dovrebbero girare il 70% delle somme ricevute agli autotrasportatori che imbarcano i loro veicoli sulle navi, a condizione che ogni impresa imbarchi più di 150 unità l'anno. Per il restante 30%, le compagnie dovrebbero fornire un rendiconto degli investimenti compiuti nei progetti che, secondo quanto prevede il ministero dei Trasporti, "devono essere pertinenti, congrui, effettivi, temporalmente riferibili, comprovabili, legittimi, contabilizzati e tracciabili". Inoltre, la compagnia dovrebbe dichiarare gli interventi sull'impatto ambientale e impegnarsi a "non incrementare immotivatamente i prezzi di listino praticati durante il periodo di incentivazione".
    Secondo Trasportounito, il sistema non sta funzionando in questo modo, innanzitutto perché in questi giorni gli armatori hanno annunciato aumenti delle tariffe dei traghetti. Questa situazione "sta facendo esplodere, nelle politiche di incentivazione delle autostrade del mare, una contraddizione a dir poco clamorosa". Essa riguarda gli aumenti che saranno causati dall'introduzione obbligatoria, da gennaio 2020, del carburante a basso tenore di zolfo sulle navi, che ha costi notevolmente maggiori rispetto a quello attuale. Trasportounito spiega che "lo Stato si trova infatti a pagare gli armatori per inquinare di meno e gli armatori, intestatari dei contributi del marebonus, nel momento di porre in essere misure per ridurre l'inquinamento e investire, fanno bis (contributi e aumento record dei noli) facendo pagare il conto all'autotrasporto".
    Quindi, l'associazione degli autotrasportatori chiede una verifica urgente da parte delle istituzioni interessate alla questione sulle modalità e utilità con cui vengono erogati gli incentivi. Il 20 dicembre, Trasportounito metterà a punto le azioni da intraprendere "sia sulle strade sia nei confronti delle istituzioni".

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    La Commissione Europea ha diffuso uno studio che mostra come l’obbligo di rientro in sede dei camion che svolgono autotrasporto internazionale dopo otto settimane, previsto dal Primo Pacchetto Mobilità, può aumentare l’impatto ambientale del trasporto. Vero problema o manovra politica per modifiche? Ne parla Paolo Cesaro in questo podcast di …

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider