Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Le ferrovie perdono la sfida delle Alpi


    Il trasporto ferroviario delle merci lungo l'arco alpino cresce in valori assoluti, ma perde terreno nel confronto con la modalità stradale. Nonostante gli sforzi messi in atto dalle imprese ferroviarie, senza nuove infrastrutture appare difficile invertire i rapporti. Nel suo complesso il traffico sulle Alpi è in continua crescita, come si legge nell'analisi annuale condotta da DG Move (Commissione europea) insieme all'Ufficio Federale dei trasporti della Confederazione svizzera. L'indagine abbraccia tutti i 15 valichi alpini interessati dai trasporti di beni su strada e su rotaia.
    Con 223,5 milioni di tonnellate, la quantità di merci trasportate attraverso le Alpi nel 2018 ha raggiunto un nuovo livello record con un incremento del 3,4%, pari a 7,4 milioni di tonnellate, rispetto al 2017. Quasi tutta la crescita (95%) nel traffico transalpino tra il 2017 e il 2018 si è registrata nel trasporto su strada. I volumi su gomma sono aumentati del 4,7% raggiungendo 153,7 milioni di tonnellate (un nuovo record), mentre i volumi su rotaia sono aumentati di appena lo 0,6% e sono arrivati a sfiorare i 70 milioni di tonnellate. Questo è un dato interessante, perché mette in luce un'apparente contraddizione nei numeri. Settanta milioni di tonnellate sono un livello mai raggiunto dalla ferrovia in termini assoluti, quindi un risultato positivo e significativo per gli sforzi delle imprese ferroviarie, ma nel confronto con la modalità stradale la partita appare impari. Insomma, ci sono più treni, ma gli altri crescono di più.
    La quota della rotaia nel complesso del traffico merci transalpino ha continuato a diminuire e addirittura è scesa a un nuovo minimo storico, il 31,2% rispetto al 32,1% del 2017. In particolare, ha perso terreno in Austria, dove si è toccato il livello più basso mai registrato (27,8%) mentre in Francia prosegue la tendenza negativa, del resto già nota nel vivace dibattito sulla Torino-Lione, dove si attesta al 7,4%. In controtendenza, la solita Svizzera, è il caso di dire, dove la ferrovia gioca un ruolo da protagonista assoluto con una quota del 70,5%, il secondo livello più alto mai registrato (dopo il record nel 2016 con il 71%).
    Qui gli investimenti sulle infrastrutture, associati a una gestione particolarmente efficiente e soprattutto a un fattore culturale, consentono questi risultati. I volumi di trasporto ferroviario attraverso le Alpi svizzere sono leggermente ripresi (del 2,9%) dopo un anno difficile, quel 2017 quando l'incidente di Rastatt e i lavori sulla linea internazionale di Luino avevano un po' frenato il traffico su rotaia. La nuova ferrovia del San Gottardo ha prodotto subito un risultato significativo con una crescita a due cifre del 13% su questo itinerario che potrà dare il meglio di sé solo a partire dalla fine del 2020. Dando uno sguardo alle diverse tecniche utilizzate lungo l'intero arco alpino, i trasporti combinati non accompagnati mostrano una forte crescita (6,2%), mentre il traffico tradizionale su carro è diminuito del 3,4%. Un'ulteriore battuta d'arresto per l'autostrada ferroviaria, la RoLa, che rappresentava solo il 7,3% del volume totale dei trasporti transalpini su rotaia, e ha visto una contrazione del 12%.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion

TECNICA

K44 videocast: Bruxelles prepara l’Euro VII per il diesel

TECNICA

Nuovo semirimorchio granvolume e leggero di Kögel
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Prosegue lo sciopero SiCobas alla FedEx

LOGISTICA

Amazon avvia apprendistato per manutenzione nella logistica

LOGISTICA

Via ai cantieri per logistica Amazon di Vicenza

LOGISTICA

Ceva lancia la divisione Forpatients per la logistica sanitaria

LOGISTICA

Alleanza giapponese per il camion elettrico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo

CAMIONSFERA

Libera circolazione dei camion per tutto aprile

CAMIONSFERA

Campagna di controlli nell’autotrasporto animali a Pasqua

CAMIONSFERA

Test anti-Covid per camionisti che entrano in GB

CAMIONSFERA

Scoperta frode fiscale nel commercio di camion

CAMIONSFERA

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

CAMIONSFERA

Arriva dalla pioggia l’energia per muovere i camion
previous arrow
next arrow
Slider