Array ( [0] => 26 [1] => 12 [2] => 14 [3] => 25 )

Primo piano

  • I traffici container nel Mediterraneo si avvicinano all’Italia

    I traffici container nel Mediterraneo si avvicinano all’Italia

    L’edizione 2020 del rapporto Italian Maritime Economy realizzato da Srm mostra come il baricentro delle rotte dei container sta lentamente spostandosi verso le nostre coste, favorendo i porti della Penisola. Che però sono frenati dai collegamenti verso l’entroterra.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Gli ostacoli che rallentano l’intermodalità del Brennero

    Non c’è solo il tunnel di base e la sua brusca svolta contrattuale a offuscare il panorama lungo l’asse del Brennero. Al di là delle parole rassicuranti o delle buone intenzioni non sono pochi i nodi ancora da sciogliere per allargare lo spazio in favore dei trasporti ferroviari intermodali. Certamente all’ordine del giorno resta la risoluzione del contratto decisa dalla società Bbt Se per il lotto Pfons-Brennero, la sezione costruttiva più grande della galleria di base nell’area austriaca, nei confronti del consorzio di costruttori Arge H51, e il rischio, concreto, di ritardi per il completamento dell’opera.

    Per primi sono scesi in campo il presidente della Provincia autonoma di Bolzano, Arno Kompatscher, e il capitano del Land austriaco del Tirolo, Günther Platter chiedendo iniziative immediate per evitare lo stallo nei lavori. A poche ore di distanza si è registrato l’impegno formale sottoscritto dalla titolare del ministero delle Infrastrutture Paola De Micheli e dall’omologa austriaca Leonore Gewessler per trovare in tempi rapidi una soluzione.

    Ma se il tunnel di base rappresenta la svolta per il corridoio del Brennero attesa per la fine del decennio, con un’ipoteca sui tempi viste le vicissitudini contrattuali, c’è tutto un contesto da rivedere e soluzioni da mettere a fuoco. Se ne è discusso a fine ottobre 2020 in un incontro, online vista l’emergenza sanitaria, gestito dalla Camera di commercio di Bolzano. Significative le indicazioni arrivate dagli operatori con osservazioni puntuali su quello che occorre fare per rilanciare il combinato e perché questa sfida non si limiti solo a uno slogan. A dire il vero non si tratta di ricette nuovissime, eppure a distanza di tempo rimaste ancora per buona parte a livello di discussione.

    Harald Schmittner, Ceo dell’impresa ferroviaria Rail Traction Company (Rtc) e Peter Dannewitz della società di logistica intermodale Kombiverkehr hanno concordato sul fatto che dal punto di vista operativo ci sono ancora diversi ostacoli da superare in quanto ogni Paese continua ad avere le proprie regole e le proprie consuetudini oltre a soluzioni tecniche mantenute quasi con gelosia, come il segnalamento ferroviario che stenta a essere integrato. Così come manca una lingua operativa comune nelle relazioni trasfrontaliere.

    Su quest’ultimo aspetto, Andrea Galluzzi, responsabile European Rail Freight Corridors di Rfi, ha ricordato come sull’asse del Brennero il gestore italiano della rete ha dato vita a un progetto pilota con l’austriaca Öbb Infra per il superamento delle barriere linguistiche e, di conseguenza, per il miglioramento dell’interoperabilità. Si vedrà.

    Secondo Thomas Baumgartner, presidente Anita, per gli utenti è importante soprattutto la competitività della ferrovia. Se la ferrovia propone un’offerta attrattiva, questa viene poi sfruttata. Ma occorre puntare su infrastrutture di qualità e sui terminal, in quanto per esempio Verona Quadrante Europa, è quasi al limite della saturazione. Emanuele Mastrodonato, consigliere delegato di ScanMed RailFreightCorridor, ha ricordato come questa organizzazione costituita da tutti i gestori delle infrastrutture ferroviarie lungo il corridoio europeo Scandinavia-Mediterraneo, ha creato la “Brenner Axis Task Force”, un gruppo di lavoro in cui Rfi, Öbb Infra e DB Netze collaborano con diversi partner a favore di una ferrovia più competitiva. I lavori sono in corso.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    K44 podcast: la riforma dell’autotrasporto UE inquina?

    La Commissione Europea ha diffuso uno studio che mostra come l’obbligo di rientro in sede dei camion che svolgono autotrasporto internazionale dopo otto settimane, previsto dal Primo Pacchetto Mobilità, può aumentare l’impatto ambientale del trasporto. Vero problema o manovra politica per modifiche? Ne parla Paolo Cesaro in questo podcast di …

Mare

  • I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I porti di Anversa e Zeebrugge uniti rincorrono Rotterdam

    I due principali porti container del Belgio, Anversa e Zeebrugge, si fondono per offrire un'unica entità al trasporto globale di container. Nel 2020 hanno movimentato 13,8 milioni di teu, più del traffico dell’intera portualità italiana e vicino a quello di Rotterdam.

TECNICA

K44 videocast: quale sarà il motore del 2040

TECNICA

GM sviluppa un sistema elettrico completo per logistica urbana

TECNICA

Schiphol sperimenta trattore per bagagli autonomo

TECNICA

La Cina progredisce nel camion autonomo

TECNICA

Semirimorchi aerodinamici di Schmitz Cargobull
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

I Trasporti escono dal ministero dei Trasporti

LOGISTICA

Due viceministri e un sottosegretario ai Trasporti

LOGISTICA

Allarme per l’approvvigionamento dei pallet in legno

LOGISTICA

Supermulta da 773 milioni e denunce a quattro società per i rider

LOGISTICA

Fercam apre da remoto una filiale in Svezia
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Altera cronotachigrafo, multa di 5500 euro

CAMIONSFERA

Denunciato camionista in Sicilia per manomissione cronotachigrafo

CAMIONSFERA

Cambio al volante di Scania dal primo maggio

CAMIONSFERA

Pontremolese in concessione per completarla

CAMIONSFERA

Arresti a Napoli contro rapinatori dell’autotrasporto

CAMIONSFERA

Guida 21 ore in un giorno e senza AdBlue, multa per autista e azienda

CAMIONSFERA

Arriva un nuovo operatore per il telepedaggio in Italia

CAMIONSFERA

Indagine per omicidio stradale sul tamponamento dell’A32

CAMIONSFERA

Autotrasporto protesta contro due autovelox sulla Fi-Pi-Li

CAMIONSFERA

Sciopero degli autisti della logistica Amazon di Padova

CAMIONSFERA

Tampone in Germania, lunghe code al Brennero

CAMIONSFERA

Il 2021 inizia in positivo per i veicoli industriali

CAMIONSFERA

Ferrovia trans-afghana tra l’Asia centrale e il Mar Arabico

CAMIONSFERA

Pagamento telematico del pedaggio in Marocco con DKV

CAMIONSFERA

Ispettorato Lavoro concede lavoro a chiamata per i camionisti
previous arrow
next arrow
Slider