Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Terminal italiani, meno container più fatturato


Fedespedi ha diffuso la radiografia annuale delle società terminaliste italiane, da cui emerge che nel 2018 gli undici impianti analizzati hanno movimentato 7,893 milioni di teu, pari al 74,4% del totale italiano, con un calo del 3,3% rispetto all'anno precedente. Ma nello stesso tempo la ricerca rileva un aumento del fatturato del 2,8%. Il rapporto inizia illustrando i cambiamenti avvenuti quest'anno negli assetti proprietari dei terminal container italiani, tra cui spicca l'uscita di Contship Italia dal Medcenter di Gioia Tauro (ora completamente controllato da Msc) e dal Cagliari International Container Terminal (al momento in attesa di un nuovo gestore). Msc ha acquisto anche l'intero capitale del terminal genovese di Calata Bettolo, che dal 2020 raggiungerà la capacità di 500mila teu.
I terminal considerati sono quelli di Ancona, Cagliari, La Spezia, Gioia Tauro, Salerno, Genova (Sech e Psa), Ravenna, Livorno, Trieste e Venezia. Come abbiamo detto, mostrano un calo complessivo di container del 3,3%, ma in realtà l'andamento dei singoli impianti è diverso. Il rosso è dovuto soprattutto al Cict di Cagliari (-50,4%) e al Mct di Gioia Tauro (-4,9%), mentre il Tmt di Trieste è cresciuto del 14,5% e il Sct di Salerno del 5,6%). Il Medcenter calabrese resta comunque il più grande terminal italiano sia in termini di estensione (1,6 milioni di metri quadrati con 3,3391 km di banchina), sia di movimentazione, con 2.328.218 teu. A distanza segue il genovese Psa Pra', con 978mila metri quadrati e 1,433 km di banchina, che nel 2018 ha movimentato 1.582.589 teu (-1,2% rispetto all'anno precedente).
Sul versante economico e finanziario, i terminal considerati da Fedespedi nel 2018 hanno fatturato complessivamente 642.984.000 euro, con un aumento del 2,8% rispetto all'anno precedente (manca però il dato del Sct di Salerno). Anche in questo caso, i singoli andamenti sono diversi. Il Tmt di Trieste ha visto un balzo del 34,5% raggiungendo 68.363.000 euro, ma anche il Lsct della Spezia e il Sech di Genova mostrano buoni andamenti (rispettivamente +7,6% e +5,3%). Sul versante del rosso, è crollato il fatturato del Cict di Cagliari del 36,7%, mentre sono più contenute le perdite del Tcr di Ravenna (-2,6%) e del Psa Prà di Genova (-2,5%). In termini assoluti, i due terminal che hanno fatturato di più sono il Psa Pra' con 170.290.000 euro e il Lsct della Spezia con 166.778.00 euro. Quest'ultimo è quello che mostra il maggiore valore aggiunto (102.560.000 euro) e il migliore risultato finale (39.578.000 euro).
Questi dati mostrano con chiarezza i motivi per cui Contship Italia ha lasciato i terminal di Gioia Tauro e Cagliari: il primo ha chiuso il 2018 con una perdita di 2.465.000 euro e il secondo con una perdita di 4.431.000 euro, mentre i gateway di La Spezia e Ravenna producono utili. Del primo abbiamo detto, il secondo nonostante un calo di fatturato mostra comunque un utile di 2.734.000 euro. Un altro parametro interessante della ricerca di Fedespedi è il costo di lavoro per dipendente dei singoli terminal, che mostra rilevanti differenze: si passa, infatti dal minimo di 39.677 euro annui del Mct di Gioia Tauro al massimo di 81.262 euro del Vct di Venezia. Dietro al terminal veneto troviamo i due genovesi Sech (70.911 euro) e Psa Pra' (65.290 euro). Una tabella mostra il fatturato prodotto da un singolo teu e anche in questo caso le differenze sono rilevanti, passando dai 35,1 euro/teu del Mct di Gioia Tauro ai 119,1 euro/teu del Lsct della Spezia.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Ram comunica importo per marebonus 2019

    Ram comunica importo per marebonus 2019

    La società Ram del ministero dei Trasporti ha comunicato l’importo relativo alla seconda annualità (2019) del contributo sul trasporto combinato strada-mare (marebonus).

TECNICA

Nuovi carrelli diesel e Gpl di Still

TECNICA

Gli Usa si preparano alla guida autonoma dei camion

TECNICA

UE finanzia con 20 milioni il camion autonomo

TECNICA

Uber vende la divisione sulla guida autonoma

TECNICA

Ford Trucks amplia la gamma dei camion in Italia
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Trasporto e logistica in sciopero il 29 gennaio

LOGISTICA

Ceva entra nella logistica globale dei vaccini Covid-19

LOGISTICA

Primo incontro nazionale tra sindacati e Amazon

LOGISTICA

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

LOGISTICA

Sciopero nazionale SiCobas di due giorni in FedEx TNT
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

DB Schenker riprende le spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DHL Express sospende alcune spedizioni verso la Gran Bretagna

BREXIT

Palletways sospende spedizioni per Gran Bretagna

BREXIT

DPD riattiva le spedizioni con la Gran Bretagna

BREXIT

Aumentano le richieste di tampone Covid-19 da GB
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Nuove proroghe per patenti e CQC a luglio 2021

CAMIONSFERA

Perizia Tribunale scagiona camionista dell’incidente Zanardi

CAMIONSFERA

Tre camionisti morti in un incidente in Spagna

CAMIONSFERA

Multa di 79mila euro in Danimarca per tempi di guida

CAMIONSFERA

Chiesto processo per due camionisti per investimento su A2

CAMIONSFERA

K44 podcast: la grande trappola del Kent

CAMIONSFERA

Sindacati francesi mobilitano gli autisti di veicoli industriali

CAMIONSFERA

Scoperti 22 kg di cocaina su un camion bulgaro

CAMIONSFERA

Italia e Germania alleate contro i divieti dell’Austria

CAMIONSFERA

Il mercato dei veicoli industriali limita le perdite del 2020

CAMIONSFERA

Il britannico Consortium Purchasing ordina 2250 camion Scania

CAMIONSFERA

Sequestrato un panino al prosciutto a camionista proveniente da GB

CAMIONSFERA

Massicci investimenti delle ferrovie russe sull’asse Europa-Asia

CAMIONSFERA

Consegnati in Italia i primi nuovi Scania V8 da 770 CV

CAMIONSFERA

Prosegue l’obbligo del test Covid-19 da GB alla Francia
previous arrow
next arrow
Slider