Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Scoperta a Lucca manomissione centralina Adblue


Una frode per ridurre i costi dell'autotrasporto consiste nel manomettere la centralina elettronica che rileva la presenza dell'additivo per motori Euro V ed Euro VI dei camion e, se esso manca, riduce notevolmente le prestazioni dell'automezzo. La manomissione inganna la centralina, che rileva l'informazione dell'uso dell'Adblue anche se il serbatoio è vuoto. Non è una frode semplice da scoprire sulla strada, perché avviene tramite uno specifico equipaggiamento elettronico nascosto sul camion.
Ci è riuscita la pattuglia della Polizia Municipale di Lucca, grazie anche al comportamento decisamente sospetto dell'autista. Infatti, il conducente non si è fermato all'alt degli agenti per un normale controllo. Quindi, la pattuglia ha seguito e fermato il camion croato, iniziando un controllo approfondito. Il primo risultato è la scoperta di una violazione dei tempi di guida e di riposo, che ha comportato una sanzione di 850 euro e la sospensione della patente.
Gli agenti hanno notato anche un pulsante sulla plancia che aveva forma diversa dagli altri e hanno quindi seguito il cavo elettrico ad esso collegato, che arrivava al motore. La pattuglia ha quindi portato il camion in un'officina, scoprendo che l'interruttore serviva per ingannare la centralina dell'impianto che controlla le emissioni inquinanti del camion, che è della categoria Euro VI. In pratica, il veicolo viaggiava senza consumare Adblue evitando la riduzione della velocità a 30 km/h che viene automaticamente impostata in questi casi.
Questa violazione è ritenuta grave e comporta una multa per l'azienda di autotrasporto titolare del veicolo di 420 euro e il ritiro della carta di circolazione. Non solo, quando l'azienda ritirerà il camion, il veicolo viaggerà a una velocità massima di 30 km/h fino a quando non saranno ripristinati, da parte di un centro autorizzato croato, i parametri regolari della centralina. Per non parlare della manata consegna della merce e dei costi di fermo macchina.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.