Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    Come chiedere gli incentivi per acquisto camion nel 2020 e 2021

    La Gazzetta Ufficiale numero 206 del 19 agosto 2020 ha pubblicato il Decreto del ministero dei Trasporti del 7 agosto 2020 che stabilisce tempi e modi per ottenere i contributi per l’acquisito di veicoli industriali a basso impatto ambientale e gli equipaggiamenti per il trasporto intermodale nel biennio 2020-2021.

Podcast K44

Normativa

Gazzetta Ufficiale UE pubblica la riforma dell’autotrasporto

Dopo il voto del Parlamento Europeo dell’8 luglio, che ha fornito l’approvazione definitiva, il Prima Pacchetto Mobilità è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del 31 luglio 2020, avviando così il processo di attuazione. L’entrata in vigore dei due Regolamenti e della Direttiva che formano il Pacchetto è articolato nel tempo. Il regolamento UE 2020/1054 del 15 luglio 2020 che modifica il regolamento CE 561/2006 sui tempi di guida e di riposo degli autisti e il Regolamento UE 165/2014 sul cronotachigrafo entrerà in vigore in tutti gli Stati dell’Unione (senza recepimento, come tutti i Regolamenti) il ventesimo giorno successivo alla sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale UE (quindi già il 20 agosto 2020), tranne il punto 15 dell’articolo 1 e il punto 12 dell’articolo 2, che entreranno in vigore il 31 dicembre 2024. Questi due punti riguardano la registrazione dei dati sul cronotachigrafo o sul foglio di registrazione.

Il Regolamento UE 2020/1055 del 15 luglio 2020 modifica tre Regolamenti sui requisiti delle imprese di autotrasporto in conto terzi per evitare la nascita di società di comodo in Paesi esteri (Regolamento CE 1071/2009, Regolamento CE 1072/2009 e Regolamento UE 1024/2012). Questo Regolamento entrerà in vigore il 21 febbraio 2022. Il terzo provvedimento del Pacchetto Mobilità è la Direttiva UE 2020/1057 del 15 luglio 2020, che stabilisce norme specifiche per quanto riguarda la Direttiva 96/71/CE e la Direttiva 2014/67/UE sul distacco dei conducenti nel settore del trasporto su strada e che modifica la Direttiva 2006/22/CE per quanto riguarda gli obblighi di applicazione e il Regolamento (UE) n. 1024/2012. In questo caso, il testo deve essere recepito dai Singoli Stati. Entro il 2 febbraio 2022 gli Stati dovranno adottare e pubblicare le misure regolamentari e amministrative necessarie per conformarsi alla Direttiva.

Regolamento UE 2020/1054 del 15 luglio 2020 (Primo Pacchetto Mobilità)
Regolamento UE 2020/1055 del 15 luglio 2020 (Primo Pacchetto Mobilità)
Direttiva UE 2020/1057 del 15 luglio 2020 (Primo Pacchetto Mobilità)

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia, sei Paesi comunitari stanno presentando ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro alcuni provvedimenti del Primo Pacchetto Mobilità, che riforma l’autotrasporto internazionale.

Logistica

  • Arcese potenzia la logistica in Romania

    Arcese potenzia la logistica in Romania

    La filiale rumena di Arcese Trasporti ha affittato una piattaforma logistica di 6500 metri quadrati nel parco logistico WDP di Dragomirești, dove è già presente con un impianto di 4500 metri quadrati.

Mare

  • Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Il Gruppo Grendi aumenta la frequenza della rotta per rotabili tra Marina di Carrara e Cagliari e conferma l'investimento sulla piattaforma logistica di Olbia, che si affianca a quelle di Cagliari e Sassari.