Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Cinque arresti per racket nell’autotrasporto di Fondi

All’inizio di marzo 2020, i Carabinieri di Latina hanno eseguito un’ordinanza della Direzione Distrettuale Antimafia della Procura della Repubblica di Roma per l’arresto di cinque persone nelle località di Fondi, Pontecorvo e Caivano. Una persona è in carcere e quattro agli arresti domiciliari per i reati, commessi a vario titolo, di estorsione ed illecita concorrenza con minaccia o violenza, commessi con l’aggravante del metodo mafioso. La Procura ha anche ordinato il sequestro delle due società di autotrasporto Anna Trasporti Srl e D’Alterio Trasporti Srls.

Questi provvedimenti sorgono dall’indagine nominata Aleppo 2, che il 13 settembre del 2018 aveva coinvolto otto persone indagate per il condizionamento ambientale che sarebbe stato imposto con metodo mafioso dalla famiglia D’Alterio sul trasporto delle merci nel mercato ortofrutticolo di Fondi, anche grazie a collegamenti con clan della Camorra casertana. In quella occasione venne sequestrata la società di autotrasporto La Suprema, che venne posta in amministrazione giudiziaria. Secondo gli inquirenti, le persone arrestato all’inizio di marzo avrebbero cercato di estromettere La Suprema dall’autotrasporto tramite una campagna minatoria che minacciava gli autotrasportatori che avevano rapporti commerciali con l’amministratore giudiziario.

Lo scopo era monopolizzare l’autotrasporto da e per il mercato ortofrutticolo di Fondi o direttamente con le due aziende sequestrate imponendo ai trasportatori terzi una provvigione di cinque euro per pallet. Questo monopolio sarebbe avvenuto soprattutto sulle rotte per la Sardegna e per Torino. Secondo gli inquirenti, la Anna Trasporti Srl sarebbe stata intestata a un prestanome ma di fatto era gestita da Giuseppe D’Alterio mentre era agli arresti domiciliari.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.