Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cambio al vertice di Waberer’s


Dal primo febbraio 2019, Robert Ziegler ha assunto il comando di una delle più grandi imprese di autotrasporto internazionale, che conta una flotta di 4300 autoarticolati attivi sull'intero territorio europeo. Ziegler, che prende il posto di Ferenc Lajkó nella carica di Chief Executive Officer, ha iniziato a lavorare nel mondo della logistica alla AT Kearney, dove è stato coinvolto in diversi progetti relativi al trasporto, per poi passare a DHL Freight, dove è diventato Ceo nel 2015 e ha portato in positivo la filiale britannica. Il cambio al comando può indicare un'evoluzione della società ungherese: "Sono onorato di guidare Waberer's International durante la sua prossima fase di sviluppo e sono entusiasta della prospettiva di continuare la trasformazione del modello operativo della società per aumentare l'efficienza, ottimizzare la rete e guidare la digitalizzazione. Non vedo l'ora di crescere in modo redditizio e di offrire valore ai clienti e agli azionisti ", ha dichiarato il nuovo Ceo. Lajkó lascia l'incarico che ricopriva dall'agosto del 2016 e dopo sedici anni in Waberer's, dove resterà come consulente per sei mesi.
Nel terzo trimestre del 2018, ultimo periodo su cui si hanno informazioni ufficiali, Waberer's ha mostrato un andamento stabile del fatturato rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente (182,6 milioni di euro contro 182,3), ma con un valore negativo sia dell'ebitda (-29,8%), sia nell'ebit (-94,6%), mentre il numero dei camion è passato da 4152 a 4429 unità. La società spiega questi risultati con un aumento dei costi e scarsa dinamica del mercato dell'autotrasporto. La società ha cercato di reagire aumentando le tariffe, ma è una strategia poco adatta alla riduzione dei volumi che si registra nel periodo estivo. Anche Waberer's deve affrontare la carenza di autisti che si rileva pure nei Paesi dell'Europa orientale dove finora si reclutavano, quindi ha esteso il raggio d'azione delle assunzioni in nuovi Paesi, tra cui cita Serbia e Ucraina.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Amazon fa sul serio sulla guida autonoma dei veicoli

    Amazon fa sul serio sulla guida autonoma dei veicoli

    Il colosso dell’e-commerce Amazon ha acquistato la giovane società specializzata nella progettazione di veicoli a guida autonoma Zoox per sviluppare l’automazione nella logistica e nelle distribuzione nell’ultimo miglio.

Mare

  • Cosco si allontana dal caos di Genova

    Cosco si allontana dal caos di Genova

    Anche la mattina del 3 luglio si registrano code chilometriche nel nodo autostradale di Genova, ma anche in città, con 20 km di coda da Sampierdarena ad Arenzano. Cosco consiglia i clienti di non inviare container nel porto ligure.