Primo piano

Podcast K44

Normativa

Walmart aumenta le paghe dei camionisti in Usa


Walmart è la più importante catena statunitense della grande distribuzione organizzata e rifornisce i suoi 4700 punti vendita con una propria flotta formata da 6400 trattori stradali, 63.700 semirimorchi (che sono anche trasportati da trazionisti terzi) e duecento motrici. Per guidare questo enorme parco, l'azienda è alla costante ricerca di autisti, che però trova con sempre maggiori difficoltà perché anche negli Stati Uniti mancano candidati per il volante. Solo per quest'anno ne deve trovare almeno novecento, mentre nel 2018 ne ha assunti 1400. Per attrarli, Walmart ha aumentato dal 2019 la paga di almeno 1500 dollari l'anno. In realtà, questa è una cifra indicativa, perché l'azienda (come avviene spesso negli Usa) paga i camionisti anche sulla base della percorrenza, quindi può guidano, più guadagnano. Oggi, la tariffa si attesta a 89 centesimi di dollaro per miglio, che corrisponde a 0,76 centesimi di euro per 1,6 chilometri, una delle più alte del Paese.
Il contratto di Walmart comprende anche incentivi trimestrali in caso di guida senza incidenti, più altri bonus che variano da 3000 a 4000 dollari l'anno e benefit legati agli utili dell'azienda, che possono portare altri 1600 dollari l'anno. I camionisti hanno anche l'assicurazione sanitaria, importantissima in un Paese dove manca la Sanità pubblica, e tre settimane l'anno di ferie pagate già il primo anno. Inoltre, molti conducenti riescono a trascorrere due giorni la settimana a casa. Tenendo conto di tutte le componenti della retribuzione, un autista veterano di Walmart potrebbe guadagnare fino a 87.500 dollari l'anno, pari a circa 76.500 euro, a fronte di una paga media negli Stati Uniti valutata dal Bureau of Labor Statistics a 44.500 dollari (quasi 39mila euro), che possono salire a 64mila dollari (circa 56mila dollari) nelle imprese di autotrasporto che hanno raggiunto un accordo con il sindacato dei Teamsters, come Ups e Yrc Freight.
Per comprendere queste cifre bisogna considerare che il principale concorrente di Walmart non è un'altra catena di distribuzione fisica, ma il colosso del commercio elettronico Amazon, che basa la sua crescita sulla rapidità delle consegne e, quindi sulla logistica, perciò, anche Walmart deve giocare su questo terreno e l'anello più importante della catena è l'autotrasporto.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Collegamenti traghetti a rischio per mancanza di liquidità

    Collegamenti traghetti a rischio per mancanza di liquidità

    La sospensione dei viaggi passeggeri sui traghetti causata dell’emergenza sulla Covid-19 può causare entro breve tempo il dissesto finanziario delle compagnie di navigazione, fermando anche il traffico merci. Assarmatori lancia l’allarme.