Array ( [0] => 10 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

Autotrasporto

    L’alleanza container 2M diventa operativa


    Più in generale il 2015 segna l'inizio di una nuova era per il trasporto marittimo di linea di carichi su container, perché da questo mese, con il benestare delle diverse Autorità Antitrust internazionali interessate (Federal Maritime Commission statunitense e rispettive authority cinesi ed europee), partirà anche l'alleanza Ocean Three (Cma Cgm, UASC e China Shipping Container Lines). Le altre due già esistenti da tempo sono la G6 e la CKYHE.
    Una fotografia aggiornata sul comparto viene offerta dalla pubblicazione Top 25 Container Liner Operators redatta come ogni anno (questa è la 12a edizione) dagli analisti di Dynamar. Lo studio sottolinea innanzitutto che nel periodo 2009-2013 i primi venti vettori globali mondiali hanno trasportato 538 milioni di teu, ottenendo ricavi per 748 miliardi di dollari e perdite per 12,5 miliardi (pari a 2,6 miliardi di dollari di perdite ogni anno). Le prime 18 compagnie dei navigazione della Top 25 controllano il 100% del naviglio ULCS già attivo sul mercato e il 97% delle unità in costruzione. L'Europa rimane saldamente al vertice della classifica mondiale, controllando il 50% della capacità di stiva disponibile, seguita dall'Estremo Oriente che ospita le compagnie marittime che possono disporre di un altro 45% della capacità di stiva.
    La ricerca di Dynamar evidenzia un circolo vizioso noto da tempo, ma che ora sembra accentuarsi: i vettori globali per migliorare i risultati finanziari devono ridurre i costi e, per diminuire l'incidenza sui costi di ogni singolo container trasportato, la soluzione adottata da tutti è sfruttare le economie di scala garantite da navi sempre più grandi. Il risultato è stata la corsa a ordinare navi Ultra Large da 13mila, 16mila e 18mila teu di portata, che incrementeranno ulteriormente l'eccesso di stiva disponibile sul mercato rispetto alla domanda di trasporto marittimo, con il rischio di deprimere ancora i noli. Noli più bassi comportano una razionalizzazione dei costi e il circolo vizioso inizia un altro giro.
    Secondo gli ultimi dati disponibili (aggiornati a dicembre scorso), attualmente operano 261 portacontainer di portata superiore a 10mila teu (la portata massima attualmente è di 19.200 teu), mentre 143 sono quelle unità in costruzione. La portata media delle ULCS ad oggi è di circa 14mila teu, ma gli esperti di Dynamar fanno notare come stiano crescendo a ritmo vertiginoso le nuove commesse di navi da oltre 18mila teu. Già oggi 43 di queste sono impiegate soprattutto sulle rotte tra Asia ed Europa e altre trenta saranno consegnate dai cantieri navali nei prossimi mesi a MSC, Cma Cgm e China Shipping Container Lines.
    Una data attesa con timore dall'industria del trasporto marittimo di container è il 2016, perché per quel periodo sono previste in consegna 65 nuove portacontainer, che porteranno sul mercato un altro milione di teu (pari al 5,4% dell'offerta di stiva attuale). "Sarà necessaria un'importante ripresa economica per far digerire al mercato dello shipping un così ingente ingresso di nuovo naviglio", sottolinea la pubblicazione di Dynamar.
    I conti dei vettori globali pare siano destinati a migliorare grazie soprattutto al crollo del prezzo del petrolio (e quindi del bunker navale che attualmente vale intorno ai 300 dollari a tonnellata) ma potrebbe porsi un serio interrogativo sulla convenienza o meno a modificare le strategie di slow steaming, ossia la navigazione lenta, inaugurata con la crisi del 2008. Un costo del bunker sotto determinate soglie economiche rende conveniente accelerare la velocità media di servizio delle navi, innescando però un possibile avanzo di naviglio sulle rotte tradizionali, con prevedibile conseguente aumento delle unità messe in disarmo.

    Nicola Capuzzo

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Sponsorizzato

  • Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Cosa offre Amazon Relay ai trasportatori

    Amazon necessita di sempre maggiore capacità di trasporto, che viene alimentata grazie ad un programma dedicato, chiamato Amazon Relay. Ecco come funziona e come le imprese di autotrasporto vi possono aderire.
Contributi per camion a rischio per carenza di componenti

TECNICA

Contributi per camion a rischio per carenza di componenti
K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros

TECNICA

K44 podcast, i due nuovi volti del Mercedes Actros
Iveco sospende la produzione per carenza di componenti

TECNICA

Iveco sospende la produzione per carenza di componenti
Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Il videocast K44 esplora il nuovo Renault Trucks T
Fassi presenta la gru elettrica per camion

TECNICA

Fassi presenta la gru elettrica per camion
previous arrow
next arrow
Gruber Logistics investe sul porto di Trieste

LOGISTICA

Gruber Logistics investe sul porto di Trieste
Camionista indagato per incidente mortale a Bologna

LOGISTICA

Camionista indagato per incidente mortale a Bologna
Bomi cresce in Brasile acquisendo Linex

LOGISTICA

Bomi cresce in Brasile acquisendo Linex
Lgd denuncia l’assedio da parte del SiCobas

LOGISTICA

Lgd denuncia l’assedio da parte del SiCobas
Scioperi nella logistica all’Interporto di Bologna e alla FedEx

LOGISTICA

Scioperi nella logistica all’Interporto di Bologna e alla FedEx
previous arrow
next arrow
Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale

BREXIT

Gran Bretagna allenta i lacci del cabotaggio stradale
Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB

BREXIT

Italmondo crea sdoganamento in Belgio per trasporti in GB
Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna

BREXIT

Peggiora la crisi logistica in Gran Bretagna
Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB

BREXIT

Albanesi si offrono gratis come camionisti in GB
I militari guidano le autocisterne britanniche

BREXIT

I militari guidano le autocisterne britanniche
previous arrow
next arrow
Contributi per camion a rischio per carenza di componenti

CAMIONSFERA

Contributi per camion a rischio per carenza di componenti
Prima sentenza italiana sul cartello dei camion

CAMIONSFERA

Prima sentenza italiana sul cartello dei camion
Austria imporrà il Green Pass ma non a tutti i camionisti

CAMIONSFERA

Austria imporrà il Green Pass ma non a tutti i camionisti
I dipendenti della Fas commemorano Nicola D’Arcangelo

CAMIONSFERA

I dipendenti della Fas commemorano Nicola D’Arcangelo
Il camionista è tra i lavori meno pagati in Germania

CAMIONSFERA

Il camionista è tra i lavori meno pagati in Germania
Primo aumento per il contratto nazionale Trasporto, Logistica e Spedizione

CAMIONSFERA

Primo aumento per il contratto nazionale Trasporto, Logistica e Spedizione
Aggiornati i chiarimenti sul Green Pass nel trasporto

CAMIONSFERA

Aggiornati i chiarimenti sul Green Pass nel trasporto
Autostrada viaggiante respinta dal Green Pass

CAMIONSFERA

Autostrada viaggiante respinta dal Green Pass
Cresce la richiesta di riforma della Cqc in Europa

CAMIONSFERA

Cresce la richiesta di riforma della Cqc in Europa
L’ultimo miglio ferroviario è il grande assente nel Pnrr

CAMIONSFERA

L’ultimo miglio ferroviario è il grande assente nel Pnrr
Tamponi per autotrasportatori al porto di Genova

CAMIONSFERA

Tamponi per autotrasportatori al porto di Genova
Autotrasporto unito contro esenzione Green Pass agli stranieri

CAMIONSFERA

Autotrasporto unito contro esenzione Green Pass agli stranieri
Autostrade Italia risarcisce 1,5 miliardi a Genova

CAMIONSFERA

Autostrade Italia risarcisce 1,5 miliardi a Genova
Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni

CAMIONSFERA

Obbligo di Green Pass costerà all’autotrasporto 70 milioni
Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass

CAMIONSFERA

Camionisti stranieri senza obbligo del Green Pass
previous arrow
next arrow