Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Primi treni merci per la nuova impresa Evm Rail

    Primi treni merci per la nuova impresa Evm Rail

    Dopo la fase di certificazione e formazione del personale, è diventata operativa la nuova compagnia italiana di trasporto ferroviario delle merci Evm Rail, che opera anche in ambito internazionale.

Podcast K44

Normativa

Sentenze Tar Piemonte su contributo ad Art


Il Tribunale Amministrativo del Piemonte ha deciso su diversi ricorsi presentati da associazione dei trasportatori e singole imprese contro la delibera dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti numero 141/2018, che impone il pagamento del contributo annuale a una vasta platea d'imprese operanti nel trasporto delle merci. Contro tale delibera le associazioni e le singole aziende hanno opposto una serie di ricorsi, parte dei quali sono stati accolti dai giudici amministrativi. Il motivo lo spiega il Tar del Piemonte nelle motivazione delle decisioni sui ricorsi: sono soggette al pagamento del contributo solamente le imprese che operano in un settore dove l'Autorità ha concretamente avviato, prima dell'adozione della delibera di pagamento, l'esercizio delle proprie competenze e delle attività istituzionali, precisando che l'impresa deve essere destinataria diretta dell'attività dell'Autorità e non solo una beneficiaria indiretta.
Questa ultima precisazione rigetta alcune tesi della difesa dell'Autorità, che ha presentato ai giudici diverse delibere della stessa Art che riguardano diversi settori, come le strade, i terminal ferroviari, porti o interporti. Secondo i giudici amministrativi, molte di queste delibere non riguardano direttamente il trasporto delle merci, quindi non giustificano il contributo per questa categoria di trasportatori. Le sentenze del Tar del Piemonte sull'argomento sono diverse, perché diversi sono stati i ricorsi. In linea generale, possiamo dire che i giudici escludono dal pagamento del contributo gli autotrasportatori, i corrieri aerei e le compagnie di navigazione che trasportano merci, mentre devono versarlo le società che gestiscono terminal nei porti, perché in passato l'Autorità ha preso decisioni sulle concessioni.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Sei Stati dell’Est contro il Primo Pacchetto Mobilità

    Secondo indiscrezioni provenienti dalla Francia, sei Paesi comunitari stanno presentando ricorso alla Corte di Giustizia Europea contro alcuni provvedimenti del Primo Pacchetto Mobilità, che riforma l’autotrasporto internazionale.

Logistica

  • Arcese potenzia la logistica in Romania

    Arcese potenzia la logistica in Romania

    La filiale rumena di Arcese Trasporti ha affittato una piattaforma logistica di 6500 metri quadrati nel parco logistico WDP di Dragomirești, dove è già presente con un impianto di 4500 metri quadrati.

Mare

  • Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Grendi potenzia ro-ro e logistica in Sardegna

    Il Gruppo Grendi aumenta la frequenza della rotta per rotabili tra Marina di Carrara e Cagliari e conferma l'investimento sulla piattaforma logistica di Olbia, che si affianca a quelle di Cagliari e Sassari.