Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Romania vuole chiarimenti sul nuovo riposo autisti

    Il 20 agosto 2020 entrerà in vigore il primo Regolamento della riforma europea dell’autotrasporto e l’associazione degli autotrasportatori rumena Untrr chiede all’UE chiarimenti sul rientro degli autisti.

Podcast K44

Normativa

DHL Supply Chain potenzia la logistica sanitaria in Italia

DHL Supply Chain annuncia il potenziamento della logistica farmaceutica e sanitaria attraverso la separazione in due divisioni della Business Unit Life Sciences & Healthcare: nascono così Pharma Retail & Medical Devices e Hospital & Specialty Pharma. Queste due unità lavoreranno su diverse specializzazioni, pur operando in modo sinergico. Pharma Retail & Medical Device sarà specializzata nella logistica per il farmaco generico, per i prodotti destinati al canale farmacia e rivolta al mercato del medical device e sarà guidata da Alberto Pizzi, che ha oltre 28 anni di esperienza in azienda. Dopo aver ricoperto diversi incarichi direttivi sempre nel settore Life Science & Healthcare, Pizzi è stato anche nel Board di DHL Supply Chain Italy.

Hospital & Specialty Pharma sarà orientata alle soluzioni per il comparto biopharma e specialty pharma ed al canale ospedaliero e sarà guidata da Pina Putzulu, da 15 anni in azienda. Putzulu ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità in ambito Sales, Strategy&Marketing. Laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche presso l’Università Statale di Pisa con un Master MBA in Innovazione ed Ingegneria dei Servizi presso la Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento S. Anna, ha fatto parte del Board DHL Supply Chain Italy.

“Da alcuni anni DHL Supply Chain persegue una strategia di specializzazione con la volontà di servire i clienti con siti, soluzioni logistiche e servizi disegnati sulle esigenze specifiche dei diversi segmenti del mercato farmaceutico e dei loro canali di vendita”, spiega Antonio Lombardo, presidente e amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy. “Abbiamo preso questa decisione riconoscendo che potremo continuare a supportare i nostri clienti con un modello di business più mirato, unico sul mercato, che ci consentirà una maggiore specializzazione nel know how, nei processi e negli investimenti, e una migliore capacità di affrontare un mercato in rapido cambiamento”.

Le due nuove divisioni continueranno ad operare in maniera sinergica, attraverso un approccio comune ai processi IT e alle tecnologie, ai processi di qualità, alla formazione ed al miglioramento continuo: condivideranno sinergie e soluzioni di trasporti, e saranno complementari nei nuovi servizi sviluppati per l’industria farmaceutica e medicale, offrendo però ai clienti competenze e specificità su misura. “Guardando al futuro, DHL Supply Chain continuerà a essere la principale azienda di logistica farmaceutica in Italia, proseguirà con il piano di ingenti investimenti in questo settore e con un'attenzione ancora maggiore all’evoluzione ed alle necessità della supply chain del mondo Life Science and Healthcare”, conclude Lombardo.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: quando il camion frena da solo

    K44 podcast: quando il camion frena da solo

    Questo episodio del podcast K44 La voce del trasporto parla dell'ultima generazione dei sistemi di rallentamento e franta automatica dei veicoli industriali, che sono uno dei principali sistemi di sicurezza sulla strada.

Logistica

  • Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    Arrestato “emiro vesuviano” per frode fiscale sui carburanti

    La Guardia di Finanza di Napoli ha chiuso l’inchiesta soprannominata Emiro Vesuviano con gli arresti domiciliari di un imprenditore di San Giorgio a Cremano operante nel commercio di carburanti, che avrebbe attuato una frode fiscale da dieci milioni di euro.

Mare

  • DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    DB Schenker scende dalle portacontainer di Maersk

    Lo spedizioniere tedesco DB Schenker starebbe lasciando le portacontainer di Maersk perché considera la compagnia marittima danese più un concorrente che un fornitore di servizi, dopo che ha integrato Damco nella sua struttura. Potrebbe essere l'inizio di una tendenza.