Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

DHL Supply Chain potenzia la logistica sanitaria in Italia

DHL Supply Chain annuncia il potenziamento della logistica farmaceutica e sanitaria attraverso la separazione in due divisioni della Business Unit Life Sciences & Healthcare: nascono così Pharma Retail & Medical Devices e Hospital & Specialty Pharma. Queste due unità lavoreranno su diverse specializzazioni, pur operando in modo sinergico. Pharma Retail & Medical Device sarà specializzata nella logistica per il farmaco generico, per i prodotti destinati al canale farmacia e rivolta al mercato del medical device e sarà guidata da Alberto Pizzi, che ha oltre 28 anni di esperienza in azienda. Dopo aver ricoperto diversi incarichi direttivi sempre nel settore Life Science & Healthcare, Pizzi è stato anche nel Board di DHL Supply Chain Italy.

Hospital & Specialty Pharma sarà orientata alle soluzioni per il comparto biopharma e specialty pharma ed al canale ospedaliero e sarà guidata da Pina Putzulu, da 15 anni in azienda. Putzulu ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità in ambito Sales, Strategy&Marketing. Laureata in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche presso l’Università Statale di Pisa con un Master MBA in Innovazione ed Ingegneria dei Servizi presso la Scuola Superiore di Studi e Perfezionamento S. Anna, ha fatto parte del Board DHL Supply Chain Italy.

“Da alcuni anni DHL Supply Chain persegue una strategia di specializzazione con la volontà di servire i clienti con siti, soluzioni logistiche e servizi disegnati sulle esigenze specifiche dei diversi segmenti del mercato farmaceutico e dei loro canali di vendita”, spiega Antonio Lombardo, presidente e amministratore Delegato di DHL Supply Chain Italy. “Abbiamo preso questa decisione riconoscendo che potremo continuare a supportare i nostri clienti con un modello di business più mirato, unico sul mercato, che ci consentirà una maggiore specializzazione nel know how, nei processi e negli investimenti, e una migliore capacità di affrontare un mercato in rapido cambiamento”.

Le due nuove divisioni continueranno ad operare in maniera sinergica, attraverso un approccio comune ai processi IT e alle tecnologie, ai processi di qualità, alla formazione ed al miglioramento continuo: condivideranno sinergie e soluzioni di trasporti, e saranno complementari nei nuovi servizi sviluppati per l’industria farmaceutica e medicale, offrendo però ai clienti competenze e specificità su misura. “Guardando al futuro, DHL Supply Chain continuerà a essere la principale azienda di logistica farmaceutica in Italia, proseguirà con il piano di ingenti investimenti in questo settore e con un'attenzione ancora maggiore all’evoluzione ed alle necessità della supply chain del mondo Life Science and Healthcare”, conclude Lombardo.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare