Array ( [0] => 13 )

Primo piano

  • Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    Regno Unito minaccia di anticipare la Brexit

    A meno di due mesi dall’uscita ufficiale del regno Unito dall’Unione Europea e alla vigilia dei negoziati per gli accordi in diversi settori, tra cui il trasporto, Londra minaccia che di ridurre la fase transitoria di sei mesi se nelle prossime settimane non avverranno “buoni progressi”.

Podcast K44

Normativa

Crisi Sgt causa oltre 400 licenziamenti nell’indotto


La crisi della Sgt si abbatte con forza anche sui fornitori di servizi, soprattutto quelli della movimentazione nel magazzini e delle consegne nell'ultimo miglio. Il 3 aprile 2019, tre società hanno annunciato con una lettera fotocopia (numeri a parte) il licenziamento collettivo per cessazione di attività di ben 411 persone, tra cui 133 conducenti di veicoli commerciali per la distribuzione e 278 addetti allo spostamento delle merci, tutti assunti con contratto nazionale Logistica, Trasporto Merci e Spedizione. Le tre società sono la Tramp Srl di Roma (che licenzia 73 autisti e 37 addetti alla movimentazione), la Rea Trasporti e Servizi Srls (che licenzia 121 addetti allo spostamento delle merci) e la Tarm Servizi Srls (che licenzia 60 autisti e 120 addetti allo spostamento delle merci).
Le tre società spiegano, usando le stesse parole, che i licenziamenti sono causati dalla "marcata contrazione degli ordini di lavoro e conseguentemente del fatturato, contrazione che, manifestatasi già da tempo, è andata progressivamente ed irreversibilmente accentuandosi al punto da determinare un rilevante squilibrio tra costi e ricavi e la conseguente necessità della chiusura dell'attività produttiva. Tale situazione è stata aggravata dall'improvvisa decisione da parte della società committente Sgt Spa di fermare gli ordinativi e di chiudere le sue filiali con conseguente perdita irreversibile degli ordini provenienti dalla stessa". Inoltre, le comunicazioni precisano che non ci sono alternative ai licenziamenti, neppure la cassa integrazione straordinaria, a causa della "totale assenza di prospettive di acquisizione di nuove commesse".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    L’autotrasporto chiede un incontro su ArcelorMittal

    Cinque sigle dell’autotrasporto chiedono un incontro al Governo per affrontare i problemi degli autotrasportatori dell’acciaio che lavorano con l’ArcelorMittal, soprattutto il ritardo dei pagamenti e la revisione delle condizioni contrattuali.

Logistica

  • Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Cresce il cluster di Covid-19 nella logistica di Bologna

    Dopo i 107 casi di positività al coronavirus, i controlli dell’Ausl di Bologna hanno rivelato almeno diciotto persone positive che operano nella vicina piattaforma Tnt. I sindacati chiedono provvedimenti per fermare il contagio.

Mare

  • Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Sciopero del SiCobas al Conateco di Napoli

    Il sindacato di base SiCobas ha bloccato per alcune ore l’accesso del terminal container del porto di Napoli Conateco nell’ambito di una vertenza contro il licenziamento di alcuni lavoratori. Ripercussioni anche nella viabilità cittadina.