Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    C’è poca logistica nella bozza di Recovery Plan

    Dopo l’anticipo dei giorni scorsi, il 13 gennaio 2021 il Governo ha presentato un testo di 160 pagine che illustra più in dettaglio i programmi previsti per ottenere le risorse comunitarie del Recovery Fund. Oltre ad alcuni interventi presenti in altre parti (come quella energetica, per esempio), un capitolo è intitolato “Intermodalità e logistica integrata”. Questa sezione esordisce illustrando gli obiettivi, che sono quattro: potenziamento della competitività del sistema portuale italiano in una dimensione di sostenibilità e sviluppo delle infrastrutture intermodali sulla base di una pianificazione integrata e realizzazione dei collegamenti di ultimo miglio dei porti; sostenibilità ambientale ed efficientamento energetico dei porti (Green Ports); digitalizzazione della catena logistica e del traffico aereo; riduzione delle emissioni connesse all’attività di movimentazione merci.

    Analizzando il documento, però, a fronte delle dichiarazioni d’intenti le risorse per l’intero capitolo sono scarse: 3,68 miliardi, la maggior parte dei quali (3,32 miliardi) va al progetto intitolato “Porti d’Italia” e i restanti 350 milioni sono destinati alla digitalizzazione degli aeroporti e dei sistemi logistici. Non solo: il progetto Porti d’Italia si focalizza su due scali, Genova e Trieste. Per il primo si parla della nuova diga foranea e per il secondo del progetto Adriagateway, che potenzia la logistica e i collegamenti ferroviaria.

    Altri porti sono citati nell’ambito del programma Italia Veloce: ultimo miglio ferroviario e stradale (porti di Venezia, Ancona, Civitavecchia, Napoli, Salerno); resilienza delle infrastrutture ai cambiamenti climatici (porti di Palermo, Salerno, Manfredonia, Catania e Venezia); accessibilità marittima (porti di Vado Ligure, Civitavecchia,Taranto, Marina di Carrara, Napoli e Salerno e Brindisi); aumento della capacità portuale (porti di Ravenna, Cagliari, La Spezia, Napoli, Trapani e Venezia); efficientamento energetico e ambientale per i porti dello Stretto di Messina.

    Sempre in ambito marittimo, il programma del Governo affronta la sostenibilità ambientale (Green Ports) e l’elettrificazione delle banchine (Cold Ironing). Il primo si concentra sulle nove Autorità di Sistema Portuale e finanzierà interventi per la riduzione dei consumi energetici degli edifici portuali e della movimentazione delle merci e la produzione di energia da fonti rinnovabili. Il progetto Cold Ironing di elettrificazione delle banchine per ridurre le emissioni atmosferiche delle navi ormeggiate sarà destinato a 41 porti, di cui 39 appartenenti alla rete Ten-T.

    Al programma di digitalizzazione della logistica, il testo del Governo dedica poche righe generiche. Esso prevede “ la creazione di piattaforme di dialogo e interlocuzione con i clienti per la gestione/monitoraggio/tracciamento e lo scambio bidirezionale per le singole spedizioni nelle diverse modalità; la dotazione di sistemi di intelligenza artificiale per pianificare, programmare ottimizzare i carichi, la digitalizzazione integrale dei documenti di trasporto”. Agli aeroporti è dedicato il progetto Digital Innovation che prevede per alcuni scali l’implementazione di un sistema Air Traffic Management di nuova generazione per la completa digitalizzazione delle operazioni.

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

     

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 videocast, arriva controllo remoto del cronotachigrafo

    K44 videocast, arriva controllo remoto del cronotachigrafo

    Da giugno 2019 i veicoli industriali di prima immatricolazione devono montare i cronotachigrafi intelligenti che hanno nuove funzioni tra cui la trasmissione in remoto di 19 parametri dell’apparecchio. E ad agosto 2023 arriverà la seconda generazione. Spiega questa evoluzione il nuovo episodio del videocast K44 Risponde.
FedEx sperimenta camion autonomo negli Usa

TECNICA

FedEx sperimenta camion autonomo negli Usa
Carenza microchip colpirà quasi otto milioni di veicoli

TECNICA

Carenza microchip colpirà quasi otto milioni di veicoli
Nuovi pneumatici Goodyear per veicoli industriali

TECNICA

Nuovi pneumatici Goodyear per veicoli industriali
K44 videocast, nella cabina allungata dei nuovi Daf

TECNICA

K44 videocast, nella cabina allungata dei nuovi Daf
K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion

TECNICA

K44 podcast, come l’idrogeno muoverà il camion
previous arrow
next arrow
Sciopero trasporto e logistica l’11 ottobre 2021

LOGISTICA

Sciopero trasporto e logistica l’11 ottobre 2021
Rhenus Italia potenzia le spedizioni con il Project

LOGISTICA

Rhenus Italia potenzia le spedizioni con il Project
Amazon aumenta il salario d’ingresso nella logistica

LOGISTICA

Amazon aumenta il salario d’ingresso nella logistica
Amazon potrebbe aumentare le retribuzioni

LOGISTICA

Amazon potrebbe aumentare le retribuzioni
Luigi Merlo confermato alla presidenza di Federlogistica

LOGISTICA

Luigi Merlo confermato alla presidenza di Federlogistica
previous arrow
next arrow
Da ottobre passaporto per GB anche per gli autisti

BREXIT

Da ottobre passaporto per GB anche per gli autisti
Cresce la tensione tra autotrasporto e Governo in Gran Bretagna

BREXIT

Cresce la tensione tra autotrasporto e Governo in Gran Bretagna
BP raziona il carburante per carenza autisti camion

BREXIT

BP raziona il carburante per carenza autisti camion
Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022

BREXIT

Londra rinvia alcuni controlli doganali al 2022
Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici

BREXIT

Aumentano le retribuzioni dei camionisti britannici
previous arrow
next arrow
K44 videocast, arriva controllo remoto del cronotachigrafo

CAMIONSFERA

K44 videocast, arriva controllo remoto del cronotachigrafo
Cresce la tensione tra autotrasporto e Governo in Gran Bretagna

CAMIONSFERA

Cresce la tensione tra autotrasporto e Governo in Gran Bretagna
Carenza microchip colpirà quasi otto milioni di veicoli

CAMIONSFERA

Carenza microchip colpirà quasi otto milioni di veicoli
Allarme di Conftrasporto, mancano autisti per container

CAMIONSFERA

Allarme di Conftrasporto, mancano autisti per container
Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri

CAMIONSFERA

Retromarcia di Londra sui visti per camionisti stranieri
Consiglio Nazionale Svizzera approva la metropolitana delle merci

CAMIONSFERA

Consiglio Nazionale Svizzera approva la metropolitana delle merci
Conftrasporto chiede deroghe al Green Pass per gli autisti

CAMIONSFERA

Conftrasporto chiede deroghe al Green Pass per gli autisti
Sentenza europea su infrazioni al cronotachigrafo emesse in altri Stati

CAMIONSFERA

Sentenza europea su infrazioni al cronotachigrafo emesse in altri Stati
Il Green Pass per il trasporto è Legge

CAMIONSFERA

Il Green Pass per il trasporto è Legge
Canada cerca oltre ventimila camionisti

CAMIONSFERA

Canada cerca oltre ventimila camionisti
Divieto notturno in Austria è fuori dalle regole UE

CAMIONSFERA

Divieto notturno in Austria è fuori dalle regole UE
Nuova tappa per il corridoio ferroviario del Kosovo

CAMIONSFERA

Nuova tappa per il corridoio ferroviario del Kosovo
Il traforo ferroviario del Frejus è superato, lo dicono i numeri

CAMIONSFERA

Il traforo ferroviario del Frejus è superato, lo dicono i numeri
UE vuole l’alternativa alla Via della Seta

CAMIONSFERA

UE vuole l’alternativa alla Via della Seta
Scavi record sulla tratta sud del Brennero, ma la fine lavori si allontana

CAMIONSFERA

Scavi record sulla tratta sud del Brennero, ma la fine lavori si allontana
previous arrow
next arrow