Array ( [0] => 13 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Bomi Italia nel mirino di un fondo


L'offerta, vincolata alla condizione di una soglia minima di adesioni pari al 90% del capitale, prevede la corresponsione di un prezzo di 4 euro ad azione, con un premio di ben il 50,38% rispetto al valore medio ponderato di 2,66 euro registrato negli ultimi sei mesi. La scalata di ArchiMed pare destinata ad avere buon esito, visto il sostengo garantito dalla famiglia Ruini e da altri soci rilevanti che nel complesso apporteranno all'Opa il 70% del capitale dell'azienda. L'investimento del fondo francese vuole sostenere un'ulteriore fase di crescita di Bomi, sia in maniera organica che attraverso linee esterne. Un percorso di sviluppo che gli attuali vertici della società milanese hanno in realtà avviato da tempo e forse anche per questo il fondo francese avrebbe rassicurato di voler mantenere in carica il management del gruppo e l'amministratore delegato, Marco Ruini.
L'attività del Gruppo Bomi si concentra nel campo della logistica integrata offrendo un'ampia gamma di servizi logistici in outsourcing ad aziende nel settore sanitario gestendo, in particolare, dispositivi medici, farmaceutici, prodotti per la diagnosi in-vitro, reagenti e prodotti impiantabili. Il portafoglio del Gruppo Bomi conta circa cento clienti tra i quali i più importanti player internazionali nel settore dell'healthcare (quali le principali case farmaceutiche e i produttori di medical device), nonché piccole e medie imprese attive nel settore biomedicale, diagnostico e biotech dislocate a livello globale. Impiegando complessivamente circa 1.325 dipendenti, il Gruppo Bomi è presente, attraverso proprie società controllate e partecipate, in Europa, in Sud America, in Cina e negli Stati Uniti ed i propri servizi vengono forniti, anche attraverso alleanze strategiche con partner locali.

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    K44 podcast: come comportarsi in caso d’incidente

    Questo episodio di K44 La voce del trasporto spiega che cosa si deve fare, che cosa non si deve fare e che cosa è consigliato fare nel caso un veicolo industriale sia coinvolto in un incidente di qualsiasi tipo.

Logistica

  • Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    Sequestro di 11 milioni in coop logistica di Parma

    La Guardia di Finanza di Parma ha sequestrato undici milioni di euro a due cooperative del Gruppo Taddei che operano nella logistica per evasione fiscale. Occupano quasi un migliaia di persone, tra soci e dipendenti.

Mare

  • Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Scontro sull’autoproduzione tra i due fronti del porto

    Alla Camera è in corso la discussione su un emendamento al Decreto Rilancio che stabilisce con chiarezza l’impossibilità dell'autoproduzione nelle operazioni di rizzaggio e derizzaggio dei traghetti. E si scalda lo scontro tra armatori e sindacati.