Array ( [0] => 14 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Potenzialità del Corridoio Adriatico–Ionico


Il corridoio Adriatico-Ionico, ossia il collegamento intermodale terra-mare che mette in relazione l'Italia con i Paesi dei Balcani e del Mediterraneo orientale, è molto cresciuto negli ultimi anni in termini di merci trasportate ma presenta ancora margini di crescita. Ne è convinto Antonio Cancian, presidente uscente di Ram – Rete Autostrade Mediterranee, che in una presentazione dedicata ha sottolineato come "il Corridoio Adriatico–Ionico è oggi uno dei più utilizzati nel Mediterraneo (grazie a circa 10,2 milioni di tonnellate di carichi rotabili trasportate) ma risulta essere ancora sottoutilizzato rispetto alle proprie potenzialità in termini sia di frequenza dei collegamenti che di capacità".
Da una tabella presentata infatti dal numero uno di Ram (la cui poltrona sarà presto affidata a Ennio Cascetta, attuale responsabile della Struttura tecnica di missione del ministero dei Trasporti) si apprende che nell'ultimo decennio i tassi di crescita più sostenuti (in termini di merci trasportate) si sono visti sulla linea fra Bari e il Montenegro, su quella che collega Brindisi con la Grecia e sul collegamento fra la stessa Brindisi e l'Albania.
In valore assoluto, però, le linee di maggiore peso sono quelle che collegano i porti italiani dell'Adriatico con Patrasso (oltre 3,1 milioni di tonnellate annue), con Igoumenitsa (2,1 milioni di tonnellate), il collegamento fra Ancona e la Grecia (2 milioni) e quello fra Venezia e la Grecia (1 milione).

Nicola Capuzzo

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

  • Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Enel entra nella logistica partendo dai porti

    Dopo l’annuncio di un nuovo piano mirato a riconvertire aree portuali e retroportuali a depositi doganali per container e merci, il Gruppo Enel ha rivelato alcuni dettagli su quali saranno in concreto le idee e le ambizioni di Enel Logistics in questa nuova area di business.

Mare