Array ( [0] => 12 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

UE mette in mora sei Paesi sulla sosta dei camion


Il Regolamento UE 885/2013 impone agli Stati dell'Unione Europea di raccogliere e diffondere i dati relativi ai servizi e alla disponibilità di aree di sosta sicure per i veicoli industriali, che poi possono usati da vari operatori per fornire servizi d'informazione agli autotrasportatori e agli autisti. Il testo elenca in dettagli i dati che devono essere raccolti, come la localizzazione dei parcheggi, il numero delli stalli disponibili, i servizi disponibili e le misure di sicurezza. Ma sei Paesi europei non hanno ancora raccolto o fornito tali informazioni: Germania, Austria, Italia, Lituania, Lussemburgo e Paesi Bassi. Oggi, la Commissione Europea ha inviato ai loro Governi una lettera con cui annunciano la messa in mora. I Governi hanno due mesi per fornire una risposta a Bruxelles prima che la Commissione compia il passo successivo, ossia inviare avvisi motivati.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 bottone newsletter piccoloVuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare