Array ( [0] => 12 )

Primo piano

  • Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Il 2019 è peggior anno del cargo aereo del decennio

    Le rilevazioni della Iata sul trasporto aereo delle merci del 2019 mostrano che è stato il peggiore anno dal 2009, quando scoppiò la crisi macroeconomica da cui il settore è emerso lentamente. Un’eventuale ripresa quest’anno potrebbe essere ostacolata dall’epidemia di coronavirus.

Podcast K44

Normativa

Garantiti i fondi europei per la ferrovia Torino-Lione

L’indecisione politica, tutta italiana perché in Francia non ci sono state battute d’arresto, non ha scongiurato il cammino nella realizzazione del tunnel di base della ferrovia Torino-Lione e soprattutto non ha fatto perdere un euro dei fondi dell’Unione europea. Questi possono essere impegnati e quindi spesi entro il 31 dicembre 2022. Italia e Francia hanno firmato ad aprile 2020 una proroga dei tempi, dovuta solo in parte a cause contingenti come l’emergenza sanitaria, del Grant Agreement con l’Unione europea.

L’accordo si inserisce nel programma conosciuto come Connecting Europe Facility e prevede la prima trance del finanziamento comunitario a favore della sezione transfrontaliera della nuova ferrovia transalpina. La prima intesa era stata sottoscritta a dicembre 2015 e prevedeva un finanziamento di 814 milioni di euro su un totale preventivato in 1,9 miliardi di euro, fondi da impegnare entro il 2019. Ora è arrivata la proroga al 2022 ma con la conferma dei finanziamenti comunitari.

L’allungamento della scadenza non è una semplice concessione, ma è stata stabilita e motivata dopo un’attenta analisi di quanto finora realizzato da parte di Telt, il promotore italo-francese che si occupa della realizzazione e della gestione della tratta transfrontaliera della Torino-Lione costituita per buona parte dal tunnel di base lungo 57 km. Secondo la società, gli obiettivi fissati dall’Unione Europea (attraverso l’agenzia Inea) per il 2019 sono stati raggiunti (91% di opere realizzate) e la solidità finanziaria e gestionale del progetto non viene messa in discussione.

Anche perché l’arresto momentaneo dei cantieri sia in Italia sia in Francia dovuto all’emergenza sanitaria non ha pregiudicato l’iter avviato per aggiudicare i lavori di scavo a partire dalla tratta francese, quella più complessa da realizzare. Telt ha in corso gare d’appalto per un valore di oltre 3 miliardi di euro. In particolare, per i tre lotti francesi (valore di 2,3 miliardi) nel mese di dicembre 2019 sono stati inviati i capitolati alle aziende interessate che stanno ora elaborando le offerte da consegnare entro fine maggio 2020.

Piermario Curti Sacchi

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Dimissioni dei vertici camion dell’Unrae

    Annunciate le dimissioni improvvide del presidente della Sezione Veicoli Industriali, Franco Fenoglio, e di quello della Sezione Rimorchi dell'associazione dei costruttori di veicoli esteri Unrae.

Logistica

  • Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    Le proposte di Fedespedi per il Recovery Fund

    L'associazione degli spedizionieri Fedespedi indica le priorità per il trasporto delle merci e la logistica da inserire nel programma di spesa che il Governo italiano dovrà presentare all'UE per ottenere le risorse del Recovery Fund. Tre temi: digitalizzazione, connettività e sostenibilità.

Mare