Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Scoperto guasto su ferrocisterna Gpl


Il 29 giugno 2009 un difetto su un assile di una ferrocisterna carica di Gpl causò lo svio del treno mentre transitava nell'abitato di Viareggio e un picchetto piantato dove non doveva esserci ha squarciato la cisterna, causando un incendio che ha ucciso trentadue persone. Pochi giorni dopo il decimo anniversario di quel disastro ferroviario e dal termine del processo di primo grado, che ha visto numerose condanne, il responsabile della Cna Liguria, Gino Angelo Lattanzi, denuncia che a Ventimiglia è stato rilevato un difetto meccanico in una ferrocisterna carica con quindici tonnellate di Gpl proveniente dalla Francia. Un situazione definita "inconcepibile", anche perché "gran parte delle direttrici del traffico ferroviario e stradale in Liguria attraversano i centri abitati e pertanto è necessario elevare l'attenzione sul trasporto delle merci pericolose e sui rischi che ogni giorno incombono sui cittadini". Lattanzi chiede l'apertura di un'inchiesta da parte della procura d'Imperia "al fine di chiarire e accertare chi non ha ottemperato alle prescrizioni legislative mettendo a repentaglio la vita delle persone e creando notevoli disagi alla mobilità ferroviaria".

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

 


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

 Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Assarmatori chiede aiuti per le autostrade del mare

    Assarmatori chiede aiuti per le autostrade del mare

    L’associazione degli armatori Assarmatori rivolge al Parlamento la richiesta di aiuti urgenti per le compagnie che gestiscono il combinato strada-mare, le rotte per le isole maggiori e quelle del cabotaggio.