Array ( [0] => 26 )

Primo piano

  • Francia investirà tre miliardi nelle idrovie

    Francia investirà tre miliardi nelle idrovie

    Voies Navigables de France ha stabilito il piano d’investimenti fino al 2030, che prevede uno stanziamento fino a tre miliardi di euro per potenziare il trasporto fluviale delle merci. Trecento milioni saranno spesi quest’anno.

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    La ferrovia merci abbatte i costi


    L'estate 2019 segna la svolta per i treni merci europei. Prendono il via in Svizzera da parte di FFS Cargo i test funzionali per la prova freni automatica nella composizione dei convogli merci. La divisione cargo delle ferrovie elvetiche prevede che nella metà del 2020 il sistema possa essere definitivamente omologato. Questo progetto avviato insieme a ÖBB Rail Cargo Group (Austria) ha visto in seconda battuta l'adesione anche di Mercitalia Rail (FS italiane), quindi con una visione europea perché le nuove tecnologie hanno senso solo se diventano lo standard in tutto il continente.
    La sperimentazione vede in un ruolo di primo piano le Ferrovie svizzere in quanto per prime hanno investito risorse e acquisito esperienza nell'automazione dei carri merci. Con un progetto costituito da tre elementi: aggancio automatico dei carri, prova freni automatica e digitalizzazione.
    Il carro 4.0 o "carro intelligente" ha come obiettivi minori costi, maggiore competitività, garanzie di sicurezza. La prima fase ha comportato l'adozione dell'accoppiamento automatico (che gradualmente sarà esteso a tutto il parco svizzero), la predisposizione di un primo lotto di locomotive con aggancio ibrido (tradizionale e automatico) e ora la prova freni automatica. In combinazione anche con il sistema di avvertimento anticollisione, rende possibile la riduzione del personale addetto alle manovre e questo non solo con lo scopo di risparmiare sui costi delle risorse umane, ma soprattutto sveltire e accelerare tutte le operazioni.
    Con le tecniche tradizionali la composizione dei treni merci risulta lunga e laboriosa. I carri vanno agganciati singolarmente e manualmente e il verificatore deve controllare l'integrità di tutto il convoglio. Per un treno merci standard lungo 500 metri l'operazione può comportare anche un tempo di 40 minuti. Tempi che si riducono drasticamente con le nuove tecnologie. Il sistema digitale rileva lo stato dell'intera composizione e ne mostra l'esito su un dispositivo mobile, come il tablet. Gli addetti possono così controllare la situazione in tempo reale, in assoluta sicurezza (in quanto il sistema è a prova di errore), verifica che può essere compiuta anche dal solo macchinista senza più l'esigenza di un manovratore a terra. Il risultato è quello di una rapida composizione (e scomposizione) dei treni merci che diventano così nettamente più competitivi in quanto gli oneri della manovra incidono in modo rilevante sul costo dell'intero trasporto, tale da rappresentare il confine tra la convenienza della rotaia rispetto al tutto strada.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

     


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

     Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

TECNICA

Bruxelles studia la cybersicurezza nei veicoli autonomi

TECNICA

Alleanza tra Iveco e Plus per il camion autonomo

TECNICA

Aggancio automatico del semirimorchio di Jost

TECNICA

K44 Tecno: al volante (virtuale) del nuovo Renault Trucks T

TECNICA

Boston Dynamics presenta un robot per caricare i camion
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

Operazione antimafia nei trasporti e nel commercio di carburanti

LOGISTICA

Strage in magazzino FedEx d’Indianapolis

LOGISTICA

K44 podcast: come cambia l’offerta di lavoro nella logistica

LOGISTICA

Venezia vuole produrre idrogeno verde per il trasporto

LOGISTICA

Alibaba.com con Nola Business Park nel commercio elettronico
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio

BREXIT

La Brexit frena anche Amazon in Gran Bretagna
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

Dkv avvia il pagamento telematico in Italia

CAMIONSFERA

Bosch produrrà microprocessori per veicoli in Germania

CAMIONSFERA

Dimezzato il potenziamento della ferrovia di Capodistria

CAMIONSFERA

Camionisti scioperano nei Paesi Bassi per aumento salario

CAMIONSFERA

Parte il bando per la galleria del Verghereto sull’E45

CAMIONSFERA

Ancora ritardi nelle consegne di camion in Europa e Usa

CAMIONSFERA

Piano di sorveglianza ministeriale per le gallerie

CAMIONSFERA

K44 podcast: come funziona l’assistenza 24h dei camion

CAMIONSFERA

Assolti due dirigenti Michelin per incidente a camionista

CAMIONSFERA

Bando per formazione autisti container

CAMIONSFERA

La Francia rifinanzia e rilancia la Torino-Lione

CAMIONSFERA

Ferrovie tedesche in contropiede sulla frana del Reno

CAMIONSFERA

Il Canale di Suez sta potenziando la sicurezza della navigazione

CAMIONSFERA

Il raddoppio della ferrovia adriatica fa solo un mezzo passo

CAMIONSFERA

Progetto di nuovo canale tra Mar Rosso e Mediterraneo
previous arrow
next arrow
Slider