Array ( [0] => 26 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Cronaca

    Il Frecciarossa è deragliato anche sulle procedure

    Dall’analisi su un cablaggio invertito alla verifica puntigliosa se tutte le procedure di manutenzione sono state rispettate. L’inchiesta sullo svio del 6 febbraio 2020 nel lodigiano sulla Milano-Bologna del Frecciarossa 1000 AV 9595 che ha causato la morte dei due macchinisti, sembra andare alla ricerca del particolare. Difficile ora dire se quella tecnica è una delle cause della tragedia oppure se alla fine potrebbe addirittura rivelarsi irrilevante. La scoperta di un problema di montaggio su un attuatore del deviatoio è stata quasi un colpo di scena. Il costruttore del componente, Alstom Ferroviaria, è così finito nell’inchiesta della procura di Lodi.

    Immediata la reazione da parte dell’Agenzia per la Sicurezza delle Ferrovie (Ansf) che il 13 febbraio 2020 ha diramato una nota, per molti versi sorprendente perché quasi dettata dall’inseguirsi degli eventi. Si tratta di una raccomandazione inviata a tutti gestori dell’infrastruttura ferroviaria, comprese quelle che si definiscono “reti isolate” (in parte si tratta di ferrovie a scartamento ridotto). L’Ansf invita tutti a “mettere in atto un’attività di verifica straordinaria finalizzata al controllo del corretto funzionamento degli attuatori di deviatoi a manovra oleodinamica di nuova fornitura, prima della loro installazione”.

    L’Agenzia suona dunque un campanello d’allarme sorvolando sul fatto che l’uso dei deviatoi a manovra oleodinamica “a cuore mobile” è una prerogativa di linee ad alta capacità mentre gli stessi non sono certo presenti sulle ferrovie secondarie e tanto meno su quelle a scartamento ridotto. E come se non bastasse vengono dati trenta giorni di tempo a tutti i gestori dell’infrastruttura perché ne diano notifica alla stessa Ansf. Una raccomandazione che ha un po’ il sapore di cautelarsi da possibili risvolti anche nelle indagini.

    Da parte sua Rete Ferroviaria Italiana, il gestore dell’infrastruttura, ha fatto presente come la manutenzione e la sicurezza siano tra gli aspetti essenziali più tenuti in considerazione. Indubbiamente i dati confermano come Rfi nel corso del 2019 abbia investito oltre due miliardi di euro in manutenzione. Così come pare non manchi anche il rispetto formale delle regole, anzi. Per esempio, c’è il manuale “Istruzione per il servizio dei deviatori”, composto da 26 articoli diluiti in 188 pagine, prima edizione 1994, l’ultima nel 2019, dopo oltre venti aggiornamenti in seguito a decreti dell’Ansf e a disposizioni della direzione di esercizio.

    Un impegno burocratico che ogni responsabile della manutenzione dovrebbe conoscere e rispettare, anche perché, come indica il manuale stesso, è l’azienda incaricata della manutenzione ad avere la responsabilità assoluta sui lavori e sulla comunicazione formale di quanto eseguito. Il tutto attraverso procedure e una modulistica elencate con pignoleria. Mentre l’inchiesta della Procura di Lodi deve stabilire, in modo più pragmatico, se è stato fatto un controllo visivo e se questo oltre che dalla diligenza, è previsto dalle procedure.

    Piermario Curti Sacchi

    © TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
    Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


      Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

      bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

     

     

    CONTENUTI SPONSORIZZATI

    Cambianica ha ampliato e rinnovato la sede
    Teleroute affronta il futuro con un fermo impegno sulla sicurezza
    Accordo tra Astre Italia e Keepintouch sui servizi alle flotte
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee
    Con Astre Plus i lotti di pallet corrono nell’ultimo miglio
    Menu completo d’intralogistica per gli associati Astre
    LCT collabora con la Protezione Civile contro la Covid-19
    Accordo quadro tra Astre e Scania per l’acquisto di camion
    Astre ringrazia l’autotrasporto con un video
    previous arrow
    next arrow
    Slider

     

Videocast K44

Autotrasporto

Mare

  • Crolla ponte mobile nel porto della Spezia

    Crolla ponte mobile nel porto della Spezia

    Una parte del ponte mobile sulla Darsena Pagliari del porto della Spezia ha ceduto mentre era in fase di manovra e ciò ha evitato che ci fossero vittime. L’Autorità portuale afferma che era stato controllato il 24 marzo.

TECNICA

Il camion paga da solo il rifornimento di gasolio

TECNICA

Citroën presenta un microvan elettrico per l’ultimo miglio

TECNICA

Nasce il gemello digitale del container aereo

TECNICA

Iveco rinnova i camion per l’edilizia

TECNICA

K44 videocast: La nuova generazione di Volvo FH e FH16
previous arrow
next arrow
Slider

LOGISTICA

K44 videocast: l’impatto della pandemia nel trasporto

LOGISTICA

Dachser Food Logistics apre logistica a Lodi

LOGISTICA

Dsv Panalpina espande l’attività in Sud Africa

LOGISTICA

Centrali elettriche dismesse diventeranno depositi doganali

LOGISTICA

Due coop di trasporto alimentare si fondono in Good Truck
previous arrow
next arrow
Slider

BREXIT

Stretta di Londra sui clandestini in camion

BREXIT

Camionisti esonerati dal tampone Covid tra GB e Francia

BREXIT

La Brexit svuota l’export britannico

BREXIT

Eurotunnel offre lo sdoganamento digitale

BREXIT

Nuovo quadro giuridico per eTir dal 25 maggio
previous arrow
next arrow
Slider

CAMIONSFERA

L’Austria potenzia la Westbahn a partire dal nodo saturo di Linz

CAMIONSFERA

Camionista arrestato per furto di gasolio

CAMIONSFERA

A12 chiusa ai camion tra Lavagna e Sestri Levante

CAMIONSFERA

In Danimarca inizia un importante processo sullo sfruttamento di autisti

CAMIONSFERA

Divieti straordinari per camion sull’A22 a maggio e giugno

CAMIONSFERA

Finanza scopre un traffico di ricambi camion contraffatti

CAMIONSFERA

Un nastro giallo sul retrovisore per ringraziare i camionisti

CAMIONSFERA

Controlli europei sui camion dal 10 al 16 maggio

CAMIONSFERA

Tornano i divieti di circolazione festivi per i camion

CAMIONSFERA

K44 podcast: l’autotrasporto conta sul camion usato

CAMIONSFERA

Nuova proroga per l’Autobrennero, ma è stallo sulla concessione

CAMIONSFERA

La Camera acquisisce un esposto sulle autostrade liguri

CAMIONSFERA

Infrastrutture stradali, dati carenti e sicurezza aleatoria

CAMIONSFERA

Rinvio del rendiconto per contributi all’acquisto di camion

CAMIONSFERA

Indagini sulla morte di un camionista a Ravenna
previous arrow
next arrow
Slider