Array ( [0] => 9 )

Primo piano

  • Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Pronti dieci camion elettrici Lion per Amazon

    Entro la fine del 2020 il costruttore canadese Lion Electric consegnerà ad Amazon i primi due esemplari del suo autocarro elettrico e altri otto seguiranno nel 2021. La compagnia ferroviaria CN firma un ordine per cinquanta trattori.

Podcast K44

Normativa

Quattro arresti per frode nel gasolio in Sicilia

Nell’estate del 2018 la Guardia di Finanza sequestrò a Manfria a Gela (Caltanissetta) cinque autocisterne, un deposito clandestino di carburante e 110mila litri di gasolio adulterato. Questa operazione ha avviato l’indagine soprannominata Acqua Ragia, che si è conclusa la mattina del 14 ottobre 2020 con l’arresto di quattro persone e il sequestro di beni. L’accusa è duplice: adulterazione di gasolio ed evasione d’imposte e accise. Gli acquirenti di questo gasolio pensavano di fare un affare perché lo pagavano meno di quello legale alla pompa, ma non sapevano di stare acquistando un prodotto adulterato e quindi dannoso per il motore. L’analisi svolta dall'Agenzia delle Dogane mostra infatti che al gasolio erano mischiati diluenti usati per la produzione di vernice.

Il gasolio usato come base per questa frode derivava da un complesso sistema di contrabbando basato su un deposito commerciale a Gela appartenente a una società di Siracusa e affittato a un’impresa di questa città che, secondo gli inquirenti, è gestita di fatto dall’organizzazione dei contrabbandieri. Connessa all’organizzazione c’è anche una terza società di autotrasporto siciliana che metteva a disposizione le autocisterne per il trasporto del carburante. Il gasolio era acquistato all’estero – soprattutto in Slovenia e Croazia - e portato in Italia tramite falsi documenti di accompagnamento di prodotti sottoposti ad accisa (Das), che indicavano come destinazione depositi dove il prodotto non è mai arrivato.

Secondo gli inquirenti, questo contrabbando avrebbe fruttato all’organizzazione un profitto dovuto all’evasione fiscale di 437mila euro. Al termine dell'indagine, la Finanza ha arrestato quattro persone (tre domiciliari e un obbligo di dimora) e ha posto in amministrazione giudiziaria le tre società coinvolte. In tutto sono indagate tredici persone tra imprenditori, dipendenti delle società e autotrasportatori. A capo dell’organizzazione ci sarebbe un catanese già condannato per contrabbando, affiancato da un braccio destro che si occupava di falsificare i documenti e di svolgere opera di staffetta durante i trasporto del carburante. Arrestato anche proprietario del deposito mentre un autista che organizzava i viaggi e miscelava il diluente col gasolio è morto all’inizio di quest’anno.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

  • Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee

    Progetto ADRIPASS per avvicinare le regioni europee

    Il progetto ADRIPASS ha lo scopo di migliorare l’accessibilità delle reti di trasporto europee con connessioni più efficienti dai porti dell’Adriatico all’entroterra e riducendo i tempi di attese alle frontiere dei Balcani. Ne parla una conferenza online il 2 dicembre.

Videocast K44

Autotrasporto

Logistica

Mare

  • Due gru ferroviarie al PSA Pra’

    Due gru ferroviarie al PSA Pra’

    Il terminal container PSA Pra’ del porto di Genova ha messo in servizio due gru di ferrovia, che hanno richiesto un investimento di sette milioni di euro. Contribuiscono ad aumentare il trasporto su rotaia dei contenitori.