Array ( [0] => 9 )

Primo piano

Podcast K44

Normativa

Nuova denuncia dei sindacati per dumping al Gruppo Jost

La società lussemburghese di autotrasporto Jost Group è da tempo al centro dell’attenzione dei sindacati degli autisti, che l’accusano di usare in modo illecito autisti dell’Europa orientale per ridurre i costi del trasporto. Accuse che l'impresa ha sempre respinto, ma che a settembre 2020 sono tornate d’attualità per l’azione del sindacato belga CSC Transcom.

Secondo la sigla sindacale, Jost organizza ogni due domeniche un aereo che trasporta 160-180 autisti da Bucarest a Maastricht, nei Paesi Bassi. I camionisti salirebbero poi in autobus che li trasportano a Herstal de Jost, una località visino alla città belga di Liegi, dove iniziano a lavorare a bordo dei camion della società. La Csc Transcom denuncia anche le precarie condizioni di vita degli autisti nell'impianto di Herstal, dove cento persone avrebbero accesso a solo tre docce e due bagni.

Anche in questo caso, la società respinge le accuse di dumping sociale e concorrenza sleale, precisando che gli autisti viaggiano in aereo per non farli stancare. Ma il sindacato replica di avere documentazione fotografica e video di questo trasferimento di personale dalla Romania al Belgio. Inoltre, il sindacato afferma che la filiale rumena di Jost, la Skiptrans, impiegava venti autisti nel 2007, che sono diventati 842 nel 2019, ma nel suo bilancio non sarebbero iscritti altrettanti veicoli industriali.

Sulla questione è intervenuto anche il sindacato lussemburghese Lcgb, il più importante nel settore del trasporto, che si dichiara “costernato” e chiede un’indagine alle Autorità sul rispetto delle misure contro la Covid-19. Il sindacato lussemburghese a sua volta denuncia che ad aprile 2020 ventuno autisti lavoravano con orario ridotto, mentre la società di trasporto operava a pieno regime in Belgio.

Gli inquirenti belgi hanno già posto sotto inchiesta la Jost nel 2015 con l’accusa di avere attuato una frode sui contributi previdenziali degli autisti pari a 60 milioni di euro, accusa che però deve essere ancora dimostrata in Tribunale. Ora potrebbe partire una nuova indagine.

© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata - Foto di repertorio
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it


  Puoi commentare questo articolo nella pagina Facebook di TrasportoEuropa

  bottone newsletter piccolo Vuoi rimanere aggiornato sulle ultime novità sul trasporto e la logistica e non perderti neanche una notizia di TrasportoEuropa? Iscriviti alla nostra Newsletter con l'elenco ed i link di tutti gli articoli pubblicati nei giorni precedenti l'invio. Gratuita e NO SPAM!

 

 

Sponsorizzato

Videocast K44

Autotrasporto

  • K44 podcast: intervenire contro i tamponamenti tra camion

    K44 podcast: intervenire contro i tamponamenti tra camion

    Questo episodio del podcast settimanale K44 La voce del trasporto affronta un fenomeno che pare in crescita: il tamponamento tra veicoli industriali, che può causare gravi incidenti. Affrontiamo la questione dal punto di vista dei controlli e da quello delle tecnologie.

Logistica

  • Amazon apre logistica per distribuzione a Rovigo

    Amazon apre logistica per distribuzione a Rovigo

    Amazon comunica che il 21 settembre 2020 aprirà il centro distributivo situato tra i Comuni di Castelguglielmo e San Bellino, in provincia di Rovigo, che è il quinto di questo tipo aperto in Italia.

Mare

  • Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Violento incendio nell’area portuale di Ancona

    Nella notte del 15 settembre è scoppiato un violento incendio all’interno dell’area portuale di Ancona ex Tubimar, in una zona dove ci sono soprattutto capannoni d’industrie. Distrutti edifici e camion parcheggiati vicino alle banchine, ma non ci sarebbero vittime.